in ,

GDPR e Blockchain: in che modo la mancanza di preparazione degli Stati Uniti potrebbe portare l’equilibrio del potere in Europa

gdpr blockchain europa

I sostenitori della privacy su Internet sono sicuramente delusi dalla performance di metà aprile di Mark Zuckerberg davanti al Senato degli Stati Uniti. Dopo che Cambridge Analytica ha abusato di 87 milioni di account degli utenti di Facebook a fini politici, il giovane miliardario ha dimostrato che le piattaforme Internet non sanno come regolarsi. Alla domanda di un senatore sulla natura della sua attività, Zuckerberg ha risposto semplicemente “Facciamo pubblicità”.

Sembra poco preoccupante per Facebook se i nostri dati ci definiscono consumatori, pazienti o cittadini. Alla domanda su quali regole sembrerebbero più desiderabili, Zuck ha appena ammesso che il regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR), che entrerà in vigore in Europa alla fine di maggio, ha offerto “molte cose buone”. Tuttavia, non è chiaro cosa c’è da “come” per Facebook.

Il 2018, finora, è stato davvero l’anno in cui la privacy dei dati e il modo in cui i nostri dati vengono utilizzati dalle aziende tecnologiche sono diventati all’avanguardia dei media e della coscienza del pubblico. Mentre le aziende europee si preparano al lancio del 25 maggio da GDPR, il mondo è stato reso ben consapevole dello scandalo Cambridge Analytica / Facebook e dell’intromissione russa nelle elezioni presidenziali americane, con la pubblicità basata sui dati come arma preferita. Ma questo non è solo un problema per il 2018 – 15,5 milioni di record medici elettronici sono stati violati negli Stati Uniti nel 2016, secondo il Dipartimento della Sanità e dei Servizi Umani degli Stati Uniti.

Il GDPR impone obblighi onerosi e significativi alle piattaforme per evitare la raccolta abusiva dei dati: esiste un consenso “chiaro ed esplicito” ai Termini e alle Condizioni. Questi limiteranno la raccolta di informazioni solo a ciò che è necessario per il servizio da eseguire. Sembra che la spada di Damocle sia appesa alle teste di Facebook e Google perché nessuno usa i loro servizi per profilarsi, ma il vecchio adagio “tu non sei il cliente, tu sei il prodotto” non è mai stato più vero.

Facebook
“Pubblichiamo annunci pubblicitari”: l’amministratore delegato di Facebook Mark Zuckerberg
Il GDPR stabilisce anche un “diritto all’oblio”, per cui il materiale imbarazzante o dannoso viene rimosso e cancellato dal dominio pubblico. Le aziende dovranno fornire un record di elaborazione dei dati, che genera un sovraccarico significativo. La capacità di conservare la propria cronologia dei dati diventerà un diritto in Europa, allo stesso modo in cui si può mantenere lo stesso numero di telefono cellulare quando si cambia fornitore di servizi. In ambito sanitario, la portabilità delle cartelle cliniche faciliterà il coordinamento delle cure, incluso il trattamento di malattie complesse.

Da allora, Facebook ha ammesso che non avrebbe implementato queste regole per i suoi utenti statunitensi e ha fatto di tutto per ridurre la sua esposizione al GDPR. È anche possibile che i regolatori siano sempre più riluttanti ad indebolire i giganti tecnologici statunitensi man mano che aumenta la pressione dalla Cina. Lo Stato rosso è ora alla pari con gli Stati Uniti in termini di numero di brevetti nell’intelligenza artificiale (AI). Il suo presidente Xi Jingping ha reso AI un fulcro del suo piano Made in China per il 2025, con l’obiettivo di conquistare la leadership mondiale. L’intelligenza artificiale è diventata una questione di sicurezza la cui importanza va oltre le nostre vite private.

L’Europa ha perso la battaglia con l’intelligenza artificiale, ma è seria su Blockchain & Privacy.

Come Don Chisciotte, l’Europa vuole essere il portabandiera morale dei diritti dei consumatori, ritenendo fermamente convinto che il GDPR e la difesa della privacy col tempo conquisteranno un vantaggio competitivo. Se l’argomento fosse solo udibile a Mountain View oa Shenzen, forse i Maestri di Intelligenza Artificiale e dell’Universo avrebbero brillato di un sorriso. Ma per quanto tempo?

E se l’Europa, come il “cavaliere dalla faccia triste”, fosse effettivamente visionaria? Blockchain, poiché una tecnologia rivoluzionaria sta già rimescolando le carte. “La storia ha più immaginazione degli uomini”, disse Lenin che conosceva una o due parti sulle rivoluzioni. Il clamore non dovrebbe renderci ciechi alla profonda trasformazione operata da Blockchain, la tecnologia dietro Bitcoin.

La prima era di Internet era quella dell’informazione. La costituzione di banche dati, motori di ricerca e la conoscenza combinata degli utenti, insieme, ha ridotto i costi di transazione e liberato molti segmenti dell’economia da informazioni imperfette e distanze geografiche. Monopolizzando queste tecnologie, i giganti tecnologici statunitensi hanno colto i benefici di tutti questi guadagni di efficienza.

Stiamo entrando in una Seconda Era, quella dell ‘”Internet della Valuta” o il suo equivalente, lo scambio di informazioni certificate. Blockchain è un’infrastruttura IT peer-to-peer che registra una transazione tra due parti in tempo reale per tutti i partecipanti in una rete in modo che diventi a prova di manomissione e immutabile. Offre i mezzi per certificare, senza alcuna terza parte, uno scambio di informazioni, che può anche essere una transazione economica. Vitalik Buterin, il fondatore di Ethereum, una piattaforma di sviluppo per app Blockchain riassume: “Mentre la maggior parte delle tecnologie mirano ad automatizzare i lavoratori alla periferia eseguendo operazioni ripetitive, Blockchain automatizza il centro. Invece di mettere fuori servizio il tassista, mette Uber fuori dal lavoro e lascia che il conducente lavori direttamente per il cliente. “

Server farm
L’Europa è molto più seria riguardo alla privacy dei dati rispetto agli Stati Uniti, sostengono gli autori.
L’interruzione va oltre, perché il modello di business della società che gestisce la rete passa dalla massimizzazione del profitto alla massimizzazione degli scambi tra i nodi della rete. Infatti, le società blockchain si comportano come le Banche Centrali all’interno dell’economia che generano, pagandosi con gettoni di rilascio, come Disneyland ti dà dei buoni da utilizzare su diverse attrazioni.

Prendendo un esempio familiare nel settore dell’assistenza sanitaria, Blockchain offre al paziente una rara opportunità di condividere i propri dati senza problemi con un medico o un laboratorio, essendo compensato automaticamente per ogni scambio. Questo è un cambio di paradigma per l’industria dello scambio di dati, che attualmente consente ai grandi data broker di prendere la fetta più grande di una torta da $ 15 miliardi, lasciando al paziente una compensazione zero. In breve, Blockchain avrebbe restituito ai pazienti la proprietà dei loro dati sanitari.

In tutti i settori in cui la tracciabilità è fondamentale, blockchain rimuove essenzialmente la necessità di una terza parte fidata o non così affidabile, e di qualsiasi “affitto” che potrebbe percepire dalla sua posizione privilegiata come proprietario del mercato. Blockchain riduce il costo del coordinamento tra gli stakeholder di una rete. Questa potrebbe essere la fine della centralizzazione dei dati e del potere della Silicon Valley, e forse anche del capitalismo moderno come lo conosciamo. Se Karl Marx avesse vissuto al tempo della blockchain, avrebbe finalmente trovato un modo per liberare i lavoratori dalle aziende che diventavano monopoli e catturando tutto il “valore aggiunto”.

Sta emergendo una nuova divisione tra le piattaforme basate sull’intelligenza artificiale, ostili dalla progettazione alla protezione della privacy, e la rete decentralizzata basata su blockchain: un conflitto tra monopoli e libertari, Grande Fratello e Crypto, Stati Uniti ed Europa. Questa è una buona notizia per gli individui e gli utenti finali che non possono più semplicemente fidarsi delle istituzioni per proteggere la proprietà sui dati. Questa è una buona notizia per l’Europa, che può resettare il contatore combinando GDPR e Blockchain. Questa è una brutta notizia per Silicon Valley. Ha inventato l’economia di condivisione delle tue risorse fisiche che AirBnB e Amazon hanno catturato la parte migliore di. Ora, la vecchia Europa sta scrivendo le regole per l’economia di condivisione delle tue risorse digitali. Domani, saremo tutti gli amministratori delegati dei nostri dati.

Sostieni Bitecoin.it  Fai una donazione a Bitecoin a questo ID:  17MPuHAmXNfssHGrWmZ7x2tbds9ftPa5Ed
oppure via Paypal qui:


Faccelo sapere in Live Post in homepage con @sostienibitecoin

Cosa ne pensi?

Scritto da vitaminah

Comments

Comments

Lascia un commento

Loading…

0
coinbase acquista paradex token erc20

Coinbase acquista Paradex per il trading di token ERC20

tribunale italiano crypto exchange bitgrail

Tribunale italiano: Crypto Exchange BitGrail deve rimanere chiuso