in

Bitex ICO: la prima cripto-banca localmente integrata, ma globale

bitex cripto banca servizi piattaforma

Bitex mira ad essere una banca localmente integrata per criptovalute. Bitex considera gli scambi tradizionali limitati nella loro capacità di archiviare e manipolare in modo sicuro le criptovalute. D’altra parte, le banche tradizionali semplicemente non hanno l’infrastruttura, l’esperienza o la volontà di dedicare tempo, denaro e spazio alle criptovalute. Bitex mira a riempire questo vuoto.

Bitex

“Se il commercio basato sulle criptovalute è di progredire al punto di far sì che questi siano accettati come un adeguato mezzo di scambio di beni e servizi e prendano il suo posto come un peer a valute legali, è necessario creare nuove istituzioni in grado di soddisfare i bisogni che le persone sono venute in associazione con le transazioni finanziarie “, ha spiegato Bitex nel suo white paper. “Questi includono la possibilità di memorizzare valuta, lo scambio tra valute secondo necessità, utilizzare le valute per il pagamento di beni e servizi, automatizzare i pagamenti delle bollette, contrarre prestiti, ecc.”

Bitex ospita anche la propria valuta nativa, XBX, che può essere utilizzata per pagare i servizi sulla piattaforma diversificata di Bitex.

Come funziona?

Bitex mira a fornire un ibrido di servizi bancari tradizionali e di criptovaluta. Ciò è fornito dalla sinergia tra due piattaforme distinte: BitexPay ed EZBitex. BitexPay gestirà le esigenze di trasferimento di criptovalute dei clienti, come il pagamento delle bollette.

Bitex Pay

EZBitex memorizzerà le criptovalute dei clienti tramite il proprio sistema di ledger distribuito. Entrambi useranno i portafogli compatibili con ERC20. La piattaforma EZBitex funziona anche come una sorta di scambio universale, in cui i clienti possono scambiare le loro criptovalute per altre criptovalute o fiat, come ritengono opportuno.

Ez Bitex

Dove Bitex punta a fare affari?

Bitex prevede di lanciare la sua piattaforma a metà del 2018 in otto diversi paesi: Hong Kong, India, Giappone, Corea, Filippine, Singapore, Tailandia e Emirati Arabi Uniti. Bitex sta girando per un cosiddetto modello di business “localmente integrato”, simile a Uber. Cioè, la filiale di Bitex di ogni paese sarà gestita come una franchigia locale.

Bitex ICO: la prima cripto-banca localmente integrata, ma globale
Bitex Pay – Ex Bitex

“I servizi saranno gestiti da partner locali che concedono in licenza la piattaforma Bitex come franchising e che si registreranno presso le autorità finanziarie dei rispettivi paesi”, ha dichiarato Bitex. “Collaborando con partner locali, che hanno una migliore comprensione dei clienti e delle autorità di regolamentazione locali e rendendo disponibili applicazioni localizzate e assistenza clienti, la piattaforma di criptazione bancaria Bitex diventa la soluzione di criptovaluta più accessibile sul mercato”.

Bitex ha aggiunto che prevede di concentrarsi principalmente su Asia e Medio Oriente man mano che cresce.

“Tutti gli indicatori indicano quindi che l’Asia e il Medio Oriente sono le regioni che più probabilmente avranno bisogno e accoglieranno un solido sistema finanziario basato sulla crittografia, e dove l’impatto locale di Bitex sarà meglio dimostrato”, ha affermato la società. “Bitex dimostrerà l’impatto locale che avrà in ogni paese in cui è concesso in licenza, offrendo un pacchetto di servizi finanziari localizzati rilevanti e ridefinendo il modo in cui i servizi finanziari per questa nuova economia digitale basata su criptovaluta possono essere forniti”.

La criptovaluta e il sistema bancario globale sono quasi degli opposti polari. In effetti, il famoso white paper del 2008 di Bitcoin ha esplicitamente dichiarato che la ragione della sua esistenza è stata quella di eludere la tradizionale “terza parte fidata” rappresentata da banche e agenzie governative.

“Durante la creazione di una soluzione di criptovaluta, Bitex è stata motivata dalla necessità di tornare allo scopo originario di una banca, ovvero un’istituzione che aiuta l’economia a funzionare e crescere fornendo un modo per gestire i risparmi, fornire mezzi di pagamento e trasferimento di denaro e facilitare i prestiti “, ha dichiarato Bitex nel suo white paper. “Attenendosi a queste funzioni di base, Bitex ritiene che le criptobanche possano ripristinare la fiducia del pubblico nel settore bancario per questa nuova economia digitale basata sulla criptovaluta e rimuovere l’immagine dell’avidità e della ricerca del profitto che l’attuale banca commerciale ha purtroppo propagato entrando in attività e mercati speculativi “.

Bitex, quindi, spera che la sua cripto-banca funzioni più come un servizio pubblico che come una banca commerciale for-profit, sebbene si noti che Bitex è ancora una società a scopo di lucro e gestisce un token nativo.

Come fa Bitex a fare soldi?

A partire da ora, Bitex sostiene di aver raccolto più di $ 2,7 milioni vendendo licenze a futuri titolari di franchising in 12 paesi. Presumibilmente, la continua vendita di licenze in franchising finanzierà la crescita futura. La società tratterrà inoltre il 30% dei 300 milioni di token XBX che intende vendere durante la sua offerta di moneta iniziale a metà del 2018, da distribuire tra i fondatori e in vari schemi di marketing. I piani tariffari per le concessioni autorizzate non sono ancora stati fissati, sebbene Bitex osservi che le commissioni di transazione saranno calcolate come percentuale di ogni transazione e pagate in token XBX.

Chi è la squadra dietro Bitex?

Il CEO di Bitex è Harith Motoshiromizu. Bitex descrive Motoshiromizu come un imprenditore seriale. In precedenza ha fondato le società di esportazione di elettronica giapponese Victoria Space e Victoria Lounge. Il responsabile della tecnologia principale della compagnia è Nicolas Louis Laurent Berthoz. In precedenza, Berthoz era stato consulente masternode per Matryx Crypto Asset Management in Tailandia.

Conclusione

Criptovaluta e servizi bancari tradizionali sono stati in disaccordo dalla nascita di Bitcoin verso il 2008. Bitcoin è stato creato come un modo per codificare la fiducia del pubblico direttamente nella blockchain, eliminando la necessità di una terza parte fidata. Tuttavia, il mercato a partire dal 2018 è inondato di scambi pubblici e di un crescente clamore per una maggiore regolamentazione del governo e grandi investimenti monetari. La ragione è semplice: l’adozione. Mentre i vantaggi di essere la propria banca e proteggere le proprie valute possono fare appello a persone tecnologicamente istruite, la stragrande maggioranza dei semplici investitori non vuole allontanarsi troppo dal modello bancario tradizionale. Le criptovalute non sono una dichiarazione politica per loro; vogliono semplicemente un posto sicuro dove conservare i loro soldi e vederli crescere.

Bitex vuole essere questo collegamento tra le grandi somme di denaro che si trovano nei conti bancari tradizionali e nei mercati delle criptovalute. Mentre il piano aziendale di Bitex potrebbe lasciare l’amaro in bocca ai cripto-puristi, è probabile che gli investitori comuni trovino un sapore familiare all’offerta di Bitex. La decisione della società di espandersi principalmente in Asia e nel Medio Oriente è di buon auspicio anche come criptovaluta per i mercati emergenti e in via di sviluppo.

Sostieni Bitecoin.it  Fai una donazione a Bitecoin a questo ID
Bitcoin: 17MPuHAmXNfssHGrWmZ7x2tbds9ftPa5Ed
Ethereum: 0x004bd1E5F5d37E84Be12CE17E01cCaf2b142152f
Bitcoin Cash: qrm2m9pm3zqd42y0edwyfmeewkl45kfc5gdcm2ap65  Litecoin: MVxxBdU8yPkQFfAzgHHPQ22M9AWyQok5Pv

oppure via Paypal qui:


Faccelo sapere in Live Post in homepage con @sostienibitecoin

Cosa ne pensi?

Scritto da vitaminah

Comments

Comments

Lascia un commento

      Loading…

      0

      Che cos’è Bitcoin Core

      bitcoin hashrate aumento valore prezzo

      Bitcoin Hashrate, il prezzo segue l’aumento di potenza