in ,

Starbucks sta lavorando con @NYSE Crypto Exchange

Starbucks sta lavorando con @NYSE Crypto Exchange

Bakkt fu annunciato per la prima volta dall’Intercontinental Exchange, il mondo delle notizie scatenò tonnellate di articoli che sostenevano che Starbucks avrebbe presto accettato Bitcoin.

A quel tempo, Starbuck non aveva confermato che avrebbe effettivamente accettato bitcoin o qualsiasi altra criptovaluta. Ha semplicemente affermato che svolgerà un ruolo fondamentale nello sviluppo di applicazioni pratiche, regolamentate e attendibili che consentono ai consumatori di convertire le risorse digitali in denaro.

In altre parole, Starbucks non ha preteso di avere piani per accettare transazioni Bitcoin (BTC). Oggi, l’amministratore delegato di Bakkt, Kelly Loeffler, mentre partecipava a Consensus Invest, ha dichiarato che Bakkt sta lavorando con Starbucks per offrire ai propri clienti più opzioni nella loro capacità di pagare, in particolare con i bitcoin.

Bakkt è un contratto a termine per i bitcoin

Il lancio è stato ritardato, causando un sacco di stress per gli esperti di criptovaluta dell’ETF (come VanEck e SolidX.) Il motivo del ritardo ? Una quantità enorme di clienti che si iscrivono alla piattaforma.

Starbucks che accetta Bitcoin sarebbe innegabilmente enorme. Ci sono migliaia di persone che userebbero Bitcoin o altre criptovalute per comprare il caffè, solo per motivi di praticità e per usare effettivamente la crittografia. Avere l’opzione disponibile non è sicuramente un inconveniente per Starbucks, poiché attirerà senza dubbio clienti criptati.

Il CEO di Bakkt afferma che stanno lavorando con Starbucks per offrire ai propri clienti più opzioni nella loro capacità di pagare, in particolare con i bitcoin.

D’altra parte, ci sono ancora troppe domande ancora in sospeso, come del tipo: Invece di collaborare con Bakkt, perché Starbucks non va direttamente da Coinbase oppure Bitpay e usa i suoi strumenti? Non ci sono molti modi più semplici per fornire un più ampio spettro di opzioni per i consumatori?

Il software esiste, ha casi d’uso di successo, è pratico e offre tante altre criptovalute oltre che Bitcoin, così come il pagamento in contanti istantaneo sul conto bancario del commerciante. Dal punto di vista pubblico, ha già tutto ciò che serve per implementare i pagamenti crittografici.

Pensi che Starbucks abbia in programma di accettare pagamenti in criptovaluta? Se si, quali? Faccelo sapere nei commenti qui sotto!

 Prova Bitecoin Ads per i tuoi contenuti

Se ti ha fatto piacere ricevere queste informazioni, ti chiediamo se vuoi, di sostenerci con una donazione, che servirà a mantenere aggiornato e performante Bitecoin. Grazie 🙂

Bitcoin: 15SHBf8ZokR3tydLdoKKVGMTn2vy27fwnB
Ethereum: 0x004bd1E5F5d37E84Be12CE17E01cCaf2b142152f
Bitcoin Cash: qrm2m9pm3zqd42y0edwyfmeewkl45kfc5gdcm2ap65  Litecoin: MVxxBdU8yPkQFfAzgHHPQ22M9AWyQok5Pv

oppure via Paypal qui:


Faccelo sapere in Live Post in homepage con @sostienibitecoin

Cosa ne pensi?

Scritto da vitaminah

Comments

Comments

Lascia un commento

Loading…

0
Bitcoin Cash SV (BCHSV) rivendica il nome in Bitcoin SV (BSV)

Bitcoin Cash SV (BCHSV) rivendica il nome in Bitcoin SV (BSV)

Sapphire Technology annuncia business dell'hardware di criptovaluta

Sapphire Technology annuncia business dell’hardware di criptovaluta