in

Intel vince brevetto estrazione Bitcoin ad efficienza energetica

Intel vince brevetto estrazione Bitcoin ad efficienza energetica

Intel, il colosso della tecnologia noto per i suoi processori per computer, ha vinto un brevetto relativo al suo lavoro nell’area dell’estrazione di criptovalute.

L’ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti ha conferito alla società un brevetto che descrive un processore che afferma di essere in grado di condurre “mining bitcoin ad alte prestazioni ed efficienza energetica”, specificando in particolare l’algoritmo SHA-256 utilizzato dalla criptovaluta più grande del mondo per capitalizzazione di mercato.

Intel Inside produrrà chipper per mining criptovaluta

Intel ha in precedenza cercato brevetti relativi al suo lavoro nell’area di cripto mining. E’ stata la fonderia di Intel a produrre i chipper l’operazione di data mining condotta da 21 Inc, che in seguito è stata rinominata Earn.com e alla fine è stata acquisita da Coinbase.

Secondo il brevetto, i minatori bitcoin possono essere ricompensati per i loro sforzi ricevendo un premio di blocco e commissioni di transazione. Tuttavia, le macchine minerarie per la rete bitcoin generalmente richiedono acceleratori hardware, come i circuiti integrati specifici dell’applicazione (ASIC), e quindi richiedono una grande quantità di energia.

Gli acceleratori hardware sono necessari in particolare per l’elaborazione di nonce a 32 bit, stringhe di bit utilizzate una volta durante una transazione. Gli attuali ASIC elaborano queste transazioni in più fasi con ridondanze.

Come spiega il brevetto:

“Gli ASIC di mining dedicati Bitcoin vengono utilizzati per implementare più motori SHA-256 che possono fornire prestazioni di migliaia di hash al secondo consumando una potenza superiore a 200 [watt]. Forme di realizzazione della presente divulgazione impiegano ottimizzazioni micro-architettoniche tra cui determinati parametri di cablaggio selettivo selettivo nel calcolo del mining di Bitcoin. “

Cablando questi parametri si ridurrebbe il numero di calcoli richiesti, si dice, stimando che un tale sistema ridurrebbe la quantità di energia necessaria per un chip del 15%. Il chip risultante sarebbe anche più piccolo di quelli usati per i minatori bitcoin al momento.

Il brevetto suggerisce inoltre che la modifica della quantità di nonce a 32 bit viene confrontata per validità potrebbe ulteriormente ridurre i requisiti di alimentazione.

“Invece di confrontare il risultato finale di hashing con il valore target, [l’applicazione di bitcoin mining può determinare se l’hash out ha un numero minimo di zeri iniziali”, afferma il brevetto.

 Prova Bitecoin Ads per i tuoi contenuti

Se ti ha fatto piacere ricevere queste informazioni, ti chiediamo se vuoi, di sostenerci con una donazione, che servirà a mantenere aggiornato e performante Bitecoin. Grazie 🙂

Bitcoin: 15SHBf8ZokR3tydLdoKKVGMTn2vy27fwnB
Ethereum: 0x004bd1E5F5d37E84Be12CE17E01cCaf2b142152f
Bitcoin Cash: qrm2m9pm3zqd42y0edwyfmeewkl45kfc5gdcm2ap65  Litecoin: MVxxBdU8yPkQFfAzgHHPQ22M9AWyQok5Pv

oppure via Paypal qui:


Faccelo sapere in Live Post in homepage con @sostienibitecoin

Cosa ne pensi?

Avatar

Scritto da vitaminah

Comments

Comments

Lascia un commento

Loading…

0
AWS Invent, Amazon presenta Quantum Ledger Database (QLDB) e Managed Blockchain

AWS Invent, Amazon presenta Quantum Ledger Database (QLDB) e Managed Blockchain

Vitalik Buterin, laurea honoris causa dall'università di Basilea

Vitalik Buterin, laurea honoris causa dall’università di Basilea