in ,

CoronaCoin, sviluppatori di crittografia coniano il token di Coronavirus

CoronaCoin, sviluppatori di crittografia coniano il token di Coronavirus

Un team di sviluppatori ha annunciato la nuova moneta sulla diffusione del Coronavirus in cina. La criptovaluta è pronta a scommettere sull’epidemia in base agli infettati.

Secondo quanto riportato da Reuters, la nuova valuta virtuale avrà il nome di CoronaCoin e il suo prezzo seguirà gli andamenti in base al numero degli infettati. La sua offerta diminuirà ogni due giorni a seguito della diffusione del virus.

Sembrerebbe uno scherzo sadico e di basso umorismo, forse dovuto al fatto che in quest’ultimo periodo non si parla altro che di CoronaVirus. Questo sta avendo impatti catastrofici sui mercati finanziari di tutto il mondo.

L’influenza sull’economia del CoronaVirus

Gli esperti dicono che l’impatto del virus stia influenzando l’economia globale causando arresti su tutte le attività, compreso il commercio nei paesi che più stanno subendo la malattia. La Cina è il paese più colpito e che più sta soffrendo di questa epidemia.

Le ragioni di questa nuova criptovaluta “CoronaCoin” si dice che sia utile per ridurre la diffusione del coronavirus attraverso le banconote, fonte principale della diffusione e contaminazione. Abbandonare la carta moneta potrebbe portare un rallentamento dell’economia ma preverrebbe gli effetti sulla salute delle persone.

Essendo la Cina il principale produttore per l’estrazione di Bitcoin attraverso apparecchiature per il mining è evidente che lo stallo nell’economia si sia riversata sull’industria.

La notizia del lancio del CoronaCoin ha suscitato non poche reazioni tra le comunità di criptovaluta. Sulla nota piattaforma Reddit si riversano critiche da tutti i fronti e appellativi come Amorale e insipido.

La blockchain della moneta digitale registrerebbe i casi di infezione e di morte da Coronavirus anzichè la registrazione di transazioni. I pareri sono del tutto critici, spece se si tratta di morte causate dal virus.

Aspetti positivi del CoronaCoin

Una parte della fornitura mensile di CoronaCoin, si parla del 20%, verrà donata alla Croce Rossa per aiutare a combattere il virus.

E’ davvero così negativa l’iniziativa? Cosa ne pensi? Faccelo sapere nei commenti qui sotto.

Cosa ne pensi?

Avatar

Scritto da vitaminah

Comments

Lascia un commento

Loading…

0
Brave browser integra Wayback Machine nella ricerca automatica

Brave browser integra Wayback Machine nella ricerca automatica

13000 sportelli automatici per prelievo Litecoin disponibili in Sud Corea

13000 sportelli automatici per prelievo Litecoin disponibili in Sud Corea