in

Dalla Cig al nuovo stop ai licenziamenti, ecco il “pacchetto lavoro” del decreto (www.ilsole24ore.com)

Il governo studia interventi per 25 miliardi: tra le misure anche il prolungamento della Naspi per due mesi e l’indennizzo per colf e badanti che hanno avuto un calo dell’orario. Per il reddito d’emergenza, obiettivo 1 milione di nuclei.

Non solo cassa integrazione d’emergenza, che verrà rifinanziata con altri 15 miliardi. O l’indennizzo per gli autonomi, inclusi i professionisti iscritti agli ordini, che dalle 600 euro di marzo passerà a 800 euro per aprile e maggio. Ma anche allungamento della Naspi di due mesi per chi ha il sussidio in scadenza, indennità a colf e badanti regolari, introduzione del reddito d’emergenza per chi oggi è escluso dagli interventi di sostegno al reddito. Ma vediamo le misure sul lavoro allo studio per il decreto Aprile.Cig, nuovo rifinanziamento fino a massimo altre 9 settimaneIl piatto forte del decreto Aprile è il rifinanziamento della cassa integrazione d’emergenza, ordinaria e in deroga, che include anche le imprese sotto i 5 dipendenti. Attualmente, con il decreto cura Italia l’ammortizzatore è stato previsto fino a un massimo di 9 settimane. Secondo gli ultimi dati forniti da Inps (aggiornati al 24 aprile) i beneficiari di cassa e assegno ordinario sono poco più di 7,3 milioni di persone. Di cassa ordinaria, in particolare, sono arrivare 335.693 domande, e al 24 aprile ne sono state autorizzate 247.117 (i lavoratori beneficiari sono 4,7 milioni). Di assegno ordinario sono stati inviate invece 163.430 richieste per 2,6 milioni di beneficiari. Ebbene, con il decreto Aprile si mettono sul piatto complessivamente 15 miliardi, 13 per la cassa, due per i fondi di solidarietà, in primis artigianato e lavoro somministrato. Con queste nuove risorse l’ammortizzatore si allunga di altre 9 settimane. Ma ciò avverrà in due step: un primo rifinanziamento per 5 settimane, e poi un eventuale secondo per 4 settimane.Coronavirus, ecco come funziona la nuova Cig d’emergenzaL’indennizzo per gli autonomi sale a 800 euroC’è poi l’indennizzo per il lavoro autonomo. A marzo è stato di 600 euro e secondo gli ultimi dati Inps ne hanno fatto domanda 4,5 milioni di persone. Con il decreto Aprile la misura sarà rifinanziata con 7 miliardi. Ciò consentirà di allungare l’indennizzo per due mesi, aprile e maggio,e rafforzarlo fino a 800 euro. Anche qui con una possibile novità. Se per la mensilità di aprile verrà sostanzialmente confermata l’attuale platea dei beneficiari che riceverà in automatico il pagamento dall’Inps, per la mensilità di maggio il Governo sta pensando di introdurre un meccanismo selettivo. Secondo l’ipotesi allo studio si farà riferimento a una soglia di reddito massimo o ai codici Ateco relativi alle attività produttive che sono esclusi dalla riapertura: le risorse per aprile ammontano a 4 miliardi, quelle per maggio a 3 miliardi.Arriva il Reddito d’emergenzaCon il decreto Aprile vedrà la luce il reddito d’emergenza finanziato con circa 1 miliardo, destinato a 1 milione di nuclei (circa 2,5 milioni di persone) per due mesi: sono allo studio soglie di reddito, per escludere i percettori del reddito di cittadinanza e i ceti medi. Probabilmente la fascia di beneficiari dovrà avere un Isee compreso tra 6mila e 15mila euro per un single (il valore seguirà una scala d’equivalenza, a seconda dei componenti del nucleo). I beneficiari della misura riceveranno 500 euro al mese per due mesi. Il meccanismo, tuttavia, anche a detta di esponenti del governo, è complesso ed è probabile – visti anche i ritardi per le misure del cura Italia – che le somme arriveranno non prima dell’estateLa Naspi si allunga di duecontinua

Cosa ne pensi?

Posted by News Oggi

Tutte le News in tempo reale dall'Italia e dal Mondo

Comments

Comments

Lascia un commento

Loading…

0

Alfa Romeo, un SUV elettrico per il rilancio (www.formulapassion.it)

BitPay e Binance collaborano per offrire l'accesso alla stablecoin BUSD

BitPay e Binance collaborano per offrire l’accesso alla stablecoin BUSD