in

La Banca Svizzera replica a Goldman Sachs: Bitcoin (BTC) rivoluzionerà il globo intero

Chris Thomas ne è sicuro su Bitcoin e bacchetta Goldman Sachs

La Banca Svizzera replica a Goldman Sachs: Bitcoin (BTC) rivoluzionerà il globo intero

Il responsabile della banca svizzera Chris Thomas ha fatto una tiratina di orecchie a Goldman Sachs indicandogli che Bitcoin (BTC) è il futuro di una classe di attività emergente.

Nello specifico Chris Thomas ha pubblicato una risposta a Goldman Sachs circa la conferenza che si è tenuta alcuni giorni passati con i suoi clienti. Nella conferenza si è discusso molto di criptovalute, blockchain e Bitcoin (BTC) in particolar modo come un bene e investimento.

Prima della conferenza si era discusso su Bitcoin e alcune opinioni del gruppo sono venute allo scoperto. Le conclusioni hanno fatto emergere punti scostanti e negativi da parte di Goldman Sachs nei confronti di Bitcoin.

La conferenza aveva generato aspettative positive nella comunità crittografica, ma quando ha letto la presentazione è diventato chiaro che il gruppo di investimento ha raccomandato ai suoi clienti di non investire in Bitcoin. Goldman Sachs, tra le altre cose, ha affermato che Bitcoin non è una classe di attività e ha criticato la volatilità del criptovaluta . Thomas ha replicato alle affermazioni di Goldman Sachs che sono un disservizio per i suoi investitori e le hanno descritte come ingiuste nei confronti della comunità crittografica.

Bitcoin è una classe di attività emergente

Thomas vede invece Bitcoin come una asset class emergente ancora in fase di sviluppo. Inoltre, ha aggiunto che Bitcoin e altre criptovalute selezionate stanno causando un rivoluzione nel mondo. Il responsabile delle risorse digitali per la Banca Svizzera ha inoltre delineato:

Goldman Sachs sta ignorando le solide basi di questa classe di attivi emergenti basata su principi crittografici e un mondo in cui molti, se non tutti, gli asset saranno tokenizzati e il loro trading sarà democratizzato.

La volatilità, come detto, è anche un altro punto che Goldman Sachs ha usato per screditare Bitcoin come investimento. Il gruppo di investimento ha osservato che il 12 marzo, in una giornata conosciuta come “giovedì nero” nella comunità, Bitcoin ha perso circa il 37% del suo prezzo. Questo autunno è stato devastante per il cryptomarket e ha colpito Ethereum , Litecoin e altre importanti criptovalute. Thomas ha usato gli storici cali dei prezzi del petrolio come esempio per dimostrare che la volatilità fa parte di tutti i mercati:

Assolutamente, Bitcoin è sceso del 37% (…). E solo un mese dopo, i mercati petroliferi sono precipitati del 333% nell’arco di 24 ore, con un calo di quasi 10 volte maggiore, toccando un minimo di MINUS $ 40 al barile ad un certo punto. A dicembre 2019, Goldman Sachs aveva previsto che il prezzo medio del petrolio fino al 2020 sarebbe stato di $ 63 al barile.

Sponsorizza un comunicato stampa oppure un’articolo su Bitcoin e Criptovalute. Contatta il form qui

What do you think?

Avatar

Written by simonina

Comments

Lascia un commento

Loading…

0
Bitcoin Core è stato aggiornato alla versione 0.20.0

Bitcoin Core è stato aggiornato alla versione 0.20.0

PayPal: pagamenti digitali Mobile da record nel 2020 (www.tomshw.it)