in ,

Lancia Stratos ritorna su telaio Ferrari F430 da MAT di Torino (www.wired.it)

La Lancia Stratos è uno dei modelli più iconici della gloriosa casa italiana. Disegnata da Marcello Gandini per Bertone ed equipaggiata con motore e cambio V6 Ferrari Dino, dalla seconda metà degli anni ’70, la Stratos HF, la versione preparata dalla Squadra Corse Lancia HF, riuscì a ottenere una serie di successi che la resero indimenticabile (nel 1974, 1975 e 1976 diventò Campione del Mondo Rally). E tutto il resto è storia.

Basata sul telaio della Ferrari F430, sarà prodotta in una serie limitata di 25 esemplari dalla MAT di Torino

Fortunatamente, oggi quella gloriosa storia tornerà in voga. Sì, perché per provare l’ebrezza di girare con la vettura che ancora oggi presenta delle forme avveniristiche, non sarà necessario attingere dal serbatoio delle vetture classiche, ma rivolgersi alla MAT, la Manifattura Automobili Torino, società fondata l’ingegner Paolo Garella, ex responsabile dei progetti speciali presso Pininfarina.

La compagnia torinese, che, tra le altre cose, curerà la produzione dell’hypercar elettrica giapponese Aspark Owl, in occasione del prossimo Salon Privé 2020, previsto dal 23 al 26 settembre nel Regno Unito a Blenheim Palace, lancerà la nuova Lancia Stratos che sarà realizzata in una piccola serie limitata di 25 esemplari. Si tratta dell’ultima interpretazione della leggendaria vettura da rally degli anni ’70.

Verrà costruita sfruttando come base una Ferrari F430 che però è stata pesantemente modificata per essere più prestazionale e agile (nonostante il rinforzo del telaio con l’aggiunta di una gabbia in acciaio pesante 55 kg, l’ago della bilancia si ferma a 1240 kg). Le dimensioni sono di 418 cm di lunghezza per 197 cm di larghezza e 126 cm di altezza.

A spingerla troviamo un motore V8 da 4,3 litri, in grado di erogare fino a 540 cavalli, potenza che consente alla nuova Stratos di scattare da 0 a 100 km/h in 3,3 secondi e di raggiungere la velocità massima di 273 km/h.

La nuova Lancia Stratos non è una vettura completamente inedita, infatti il prototipo della New Stratos, realizzato dalla tedesca New Stratos GbR, ha debuttato nel 2010 come one-off commissionata da Michael Stoschek, imprenditore automobilistico e collezionista d’auto d’epoca, e nel 2018 è stata prodotta come prototipo marciante dall’italiana MAT, che aveva ottenuto i diritti per la produzione del veicolo dalla compagnia teutonica.

Sponsorizza un comunicato stampa, un’articolo oppure Pubblica il tuo NewsFeed da qui

Cosa ne pensi?

Posted by News Oggi

Tutte le News in tempo reale dall'Italia e dal Mondo

Comments

Comments

Lascia un commento

Loading…

0

Naike Rivelli “Breakfast is Served": il lato B diventa un vassoio (www.chenews.it)

Vuoi un'open space esclusivo con arredamento futuristico? Ecco le soluzioni (www.pianetadesign.it)