in

Recovery Fund, novità in arrivo oggi dal Consiglio europeo (www.money.it)

Al centro del dibattito ancora una volta il Recovery Fund e, più in generale, la necessità di trovare una soluzione condivisa per affrontare una volta per tutte l’emergenza coronavirus.

Il Consiglio europeo di oggi, venerdì 19 giugno, e la successiva conferenza stampa in diretta streaming saranno attentamente monitorati dall’intero Vecchio Continente.

L’Italia è stata tra le più colpite dalla pandemia e ha sofferto in maniera significativa le sue conseguenze economiche. Per il Belpaese, dunque, il Consiglio europeo di oggi e le discussioni sul citato Recovery Fund hanno assunto sin da subito un’importanza ancor più significativa. Tutti gli occhi sono stati immediatamente puntati sulla conferenza stampa conclusiva con l’obiettivo di scovare qualche novità sull’argomento.

Nella giornata di oggi i leader dell’Unione europea torneranno a sedersi (seppur in via telematica) al tavolo delle discussioni e lo faranno per trovare una quadra sul Recovery Fund proposto dalla Commissione UE.

Quest’ultima ha messo nero su bianco i contorni di un piano da 750 miliardi di euro volto a sostenere (sia tramite sovvenzioni che prestiti) le economie colpite dal coronavirus.

E proprio ieri la Germania che insieme alla Francia ha lanciato qualche settimana fa una proposta da 500 miliardi – ha calcato nuovamente sulla necessità di dare via libera al discusso Recovery Fund. Doveroso e urgente: così la Merkel ha definito il progetto in grado a sua detta di creare convergenza, competitività e coesione nel lungo periodo.

Non sarà facile, però, raggiungere un compromesso nel Consiglio europeo di oggi; nessuno si aspetta novità concrete dalla diretta streaming della conferenza stampa.

Mentre alcuni Paesi (tra cui l’Italia) si sono espressi a favore del progetto presentato da Bruxelles, altri (Austria, Olanda, Danimarca e Svezia) si sono detti pronti a dare battaglia, soprattutto all’idea di sovvenzioni a fondo perduto da finanziare tramite l’emissione di debito comune.

Per dirla in altre parole, questi Stati hanno criticato a gran voce l’idea di far sostenere ai propri contribuenti le spese di Paesi già in difficoltà prima del coronavirus.

Certo è che se nel consiglio europeo di oggi il blocco concorderà almeno che il piano della Commissione UE è un buon punto di partenza, allora forse la strada per il compromesso non sarà più così difficile.

Molto probabilmente, la conferenza stampa del post-vertice aprirà intense settimane di negoziati ma non basterà per trovare un accordo sul Recovery Fund. Secondo gli esperti, l’intesa arriverà solo fra qualche tempo, quando i leader dell’UE potranno tornare a incontrarsi di persona.

    “Credo che siamo tutti consapevoli della complessità delle proposte e del tempo necessario per esaminarle. La riunione di venerdì dovrebbe costituire un passo avanti fondamentale in vista del raggiungimento di un accordo in una successiva riunione fisica,”

ha dichiarato il presidente Charles Michel in una lettera inviata agli altri membri del Consiglio.

Il programma della giornataQuella odierna sarà la prima discussione congiunta sul fondo dal giorno della sua pubblicazione (28 maggio scorso). Nel Consiglio europeo di oggi però non si parlerà soltanto di Recovery Fund…Scopri di più

Sponsorizza un comunicato stampa, un’articolo oppure Pubblica il tuo NewsFeed da qui

Cosa ne pensi?

Posted by News Oggi

Tutte le News in tempo reale dall'Italia e dal Mondo

Comments

Comments

Lascia un commento

Loading…

0

Meteo: arriva la NINA, CATTIVE NOTIZIE, vi diciamo di cosa si tratta (www.ilmeteo.it)

Range Rover festeggia i suoi 50 anni con Bitcoin come sponsor

Range Rover festeggia i suoi 50 anni con Bitcoin come sponsor