in

Ecobonus 110%: Intesa Sanpaolo acquisterà i crediti d’imposta (www.finanzaonline.com)

Le banche scaldano i motori per l’Ecobonus 110%. Intesa Sanpaolo fa i primi passi concreti e annuncia che è pronta ad appoggiare privati, condomini e imprese di ogni dimensione offrendo soluzioni finanziarie modulari e flessibili, che consentiranno di beneficiare delle norme introdotte dal Decreto Rilancio sull’innalzamento al 110% della detrazione per le spese relative ad interventi di efficientamento energetico e di riduzione del rischio sismico.

L’impegno di Intesa

In particolare, Intesa Sanpaolo prevede l’acquisto dei crediti di imposta dei contribuenti, sia nella forma diretta sia attraverso la cessione alle aziende, restituendo in questo modo quella liquidità necessaria al sistema per sostenere gli interventi di riqualificazione. La banca rimarca come le nuove soluzioni saranno disponibili non appena sarà stato definito il quadro normativo a seguito della conversione del Decreto Rilancio in legge e all’emanazione dei regolamenti attuativi previsti dalle norme.

“Intesa Sanpaolo è da sempre attenta all’efficientamento energetico e alla sostenibilità ambientale, proponendo soluzioni finanziarie per accompagnare privati e imprese al Green Deal – rimarca Stefano Barrese, Responsabile della Divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo – . Il nostro Piano d’Impresa ha previsto infatti un plafond di 5 miliardi per la Circular Economy e abbiamo lanciato i finanziamenti Green per il settore privato. I nostri clienti possono contare sul nostro sostegno, sin dall’avvio dei lavori di ristrutturazione grazie alla monetizzazione del credito fiscale, attraverso la cessione del credito. Una misura che ribadisce il nostro ruolo di banca d’Impatto a sostegno del tessuto economico del Paese.”

Il gruppo Intesa Sanpaolo ha avviato anche un ciclo di incontri “da remoto” con gli imprenditori per illustrare le modalità di accesso alle opportunità offerte dalla norma e le soluzioni del Gruppo.

I dettagli dell’Ecobonus 110%

Il quadro normativo, in fase di definizione, introduce Ecobonus e Sisma Bonus, due misure che prevedono la detrazione al 110%, con la finalità di incoraggiare i contribuenti a migliorare l’efficienza energetica e antisismica delle proprie abitazioni, agendo come traino per lo sviluppo sostenibile del settore delle costruzioni e delle filiere utilities. La misura incentiva per le famiglie alcune ristrutturazioni edilizie stimolando quindi il rilancio dell’economia e dell’occupazione dopo la crisi provocata dalla pandemia.

Le modalità di utilizzo del credito di imposta introdotte dal Decreto Rilancio prevedono la possibilità per il contribuente di:

– utilizzare direttamente le detrazioni, riducendo le proprie tasse nei successivi 5 anni;

– ottenere un contributo sotto forma di sconto in fattura sull’importo dovuto all’impresa, fino a un importo massimo pari al corrispettivo dovuto. L’impresa a sua volta ha la possibilità di cedere poi il credito di imposta acquisito a banche e altri intermediari finanziari;

– trasformare l’importo in credito d’imposta che potrà poi essere ceduto a istituti di credito.

Hai un Blog / Sito che parla di Economia e Finanza? Sei una persona informata e vuoi dare il tuo contributo a diffondere le notizie? Crea  il tuo account e richiedi il profilo verificato come editor per pubblicare notizie, link, video, immagini e tanto altro.

? Sponsorizza un comunicato stampa, un’articolo oppure Pubblica il tuo NewsFeed da qui.

Cosa ne pensi?

Posted by News Oggi

Tutte le News in tempo reale dall'Italia e dal Mondo

Comments

Comments

Lascia un commento

Loading…

0

Come fare un caffè perfetto. Il trucco sta tutto nel doppio fondo (www.supereva.it)

Carta acquisti Inps 2020, come richiedere 480 euro l'anno

Carta acquisti Inps 2020, come richiedere 480 euro l’anno