in

CRESCE CONSULENZA FINANZIARIA ONLINE:IL CASO IOINVESTO

Terminata l’emergenza del Coronavirus, le banche e le reti di consulenti finanziari in Italia utilizzeranno sempre più le nuove tecnologie. A inizio aprile 2020, su un campione di un centinaio di consulenti, la maggioranza adopera più whatsapp (40%) del telefono (30%) nella relazione col cliente e la firma digitale è la soluzione prevalentemente usata (48%) per la conclusione dei contratti, seguita dal cartaceo con scambio di documenti via scanner (40%). Lo dice un’indagine della società di consulenza Excellence Consulting, che preconizza i comportamenti futuri della comunità finanziaria in Italia sulla base di quanto già avvenuto in Cina, il paese che per primo ha visto gli effetti del virus (Wuhan, 27 dicembre 2019), ha superato la crisi e ha sperimentato nuovi comportamenti delle persone e forme di lavoro. Il sorpasso dell’utilizzo di applicazioni per smartphone rispetto agli strumenti classici (telefono, email) era atteso da tempo e oggi viene certificato anche da un questionario somministrato ad aprile a circa 100 consulenti dalla società Diaman che ha evidenziato un importante spostamento verso le applicazioni digitali nella relazione consulente-cliente. Si legge ancora in una nota di Excellence Consulting: “Nel settore banking & finance, la Cina, prima delle conseguenze del coronavirus, era già uno dei mercati con maggiore impiego di strumenti digitali, basti pensare al successo di Yuebao, lanciato da Ant Financial (la società proprietaria anche di Alibaba), che consente a ogni acquisto su Alibaba di destinare il resto rispetto alla cifra tonda a un fondo di investimento monetario che è cresciuto in poco tempo fino a diventare il più grande al mondo. Oppure si pensi alla piattaforma di robo for advisory della Investment and Commercial Bank of China, che unica al mondo consente di realizzare una profilazione del cliente automatizzata e comportamentale. Quando la fase della emergenza sarà conclusa, si prevede che la relazione cliente-consulente sarà sempre più mediata dalle nuove tecnologie con il consulente che sempre più spesso lavorare da remoto. Durante l’emergenza il take care del cliente da parte delle banche cinesi si è tradotto nel risolvere i suoi problemi. In Italia negli ultimi anni è molto cresciuta la propensione degli investitori a rivolgersi al digitale per gestire le proprie finanze. Dopo il gran proliferare di banche online sempre piu interattive e digitali, è arrivata sul web anche la consulenza indipendente in materia finanziaria. Uno degli esempi sicuramente piu interessanti degli utimi anni in questo senso, è forse quello di “Ioinvesto”, un progetto dedicato alla finanza personale, composta da oltre 15.000 appassionati di cultura finanziaria. Fondata ad  Ottobre 2019 da due professionisti del trading, Io Investo oggi conta 92mila iscritti sul proprio canale YouTube, 19mila follower su Instagram, 18mila su Facebook e quasi 300mila iscritti su TikTok ( cion punte da 20 milioni di visualizzazioni/mese) e 5.500 sul canale Telegram. Una presenza cosi massiccia sui social a dimostrare il forte imprinting prettamente digitale ed innovativo della società, in un settore da sempre considerato piuttosto tradizioanle e paludato. Il progetto nato quasi come sfida da due giovani appassionati ed esperti di finanza Alessandro Moretti, uno dei due italiani ad aver ottenuto il prestigioso Master IFTA, il massimo riconoscimento mondiale di analisi tecnica dei mercati finanziari e dall’ex enfant prodige di Fineco, Danilo Zanni, ha ottenuto in pochissimo tempo risultati impensabili anche per strutture e rete bancarie ben piu strutturate. “Il primo lavoro da fare, ancora prima di operare la consulenza indipendente, è educare l’investitore: da questo assunto partono la community e i contenuti di educazione finanziaria di Io Investo. Il nostro è un obiettivo ambizioso: cambiare le abitudini di investimento di un Paese, l’Italia, e dei suoi investitori. Siamo giovani e pieni di energia verso un progetto che non parte da un servizio o da un prodotto, ma dall’educazione finanziaria» dice Danilo Zanni uno dei fondatori, ad indicare come la loro mission non sia solo quella di far guadagnare gli utenti, ma anche quello di infondere in essi una sana e cosnapevole cultura finanziaria. Inutile dire che i picchi di contatti siano proprio avvenuti nel periodo del lockdown, in cui chiaramente l’accesso all’informazione finanziaria era praticamente ed esclusivamente affidato al web. Sui portali tematici creati ad hoc per ogni settore finanziario, è possibile trovare notizie, attività di formazione, contenuti tematici e supporto online mediante video, audio, articoli, casi studio, lezioni e tutorial accessibili da ogni dispositivo. 

Quattro sono i progetti principali del gruppo, ognuno dedicato ad un settore finanziario specifico: Sul portale Io Investo vengono forniti strumenti per gestire e investire i risparmi con metodi personalizzati. (https://www.ioinvesto.com/ ) il sito In Pensione, invece, fornisce strumenti utili a ottimizzare le pensioni, rendendo i clienti indipendenti e al riparo da qualsiasi riforma venga attuata in futuro. Non poteva chiaramente mancare la sezione dedicata la Trading: Segnali di trading, infatti, è il portale specializzato sul mercato azionario che fornisce Segnali operativi di Borsa e Corsi Professionali per imparare a fare trading on-line con alti rendimenti e minimi rischi. Insomma un portale completo per offrire una servizio di consulenza a 360° sulla finanza, ovvianente tutto rigorosamente digitale.

Cosa ne pensi?

Comments

Comments

Lascia un commento

Loading…

0

NASCE ROCKET ENERGY LA PRIMA ENERGY COMPANY IN BLOCKCHAIN

Conte sbotta contro i frugali: "limite superato" (www.agi.it)