in ,

Che cos’è il patto della concordia in “Formula 1”

Il Patto della concordia è il regolamento che disciplina il campionato di Formula 1. Si tratta di un accordo che stabilisce la distribuzione degli introiti tra le squadre partecipanti, la International Automobile Federation e Liberty Media. Ogni squadra che lo firma accetta, in linea di principio, di essere nella categoria finché dura. L’attuale contratto è stato firmato nel 2013 e scadrà entro la fine dell’anno.

Liberty ha parlato a lungo con le squadre dei punti su cui si baserebbe il nuovo accordo, ma Chase Carey ha insistito sul fatto che non ci sono scadenze. Ora, con la crisi provocata dal Covid-19, le trattative del Concord Pact passano in secondo piano. Perché la priorità è far sopravvivere la Formula 1 a questa situazione e renderla economicamente sostenibile in futuro.

Dalla F1 hanno già in programma di correre nel 2021 senza il Patto di Concordia, come è successo nelle stagioni 2008 e 2009 e all’inizio del 2013. “Stavamo finendo il Patto di Concordia quando il Covid-19 ha cambiato tutto. Abbiamo deciso di mettere in secondo piano l’accordo nel breve periodo e di dare priorità ai problemi legati al 2020 “commenta Carey nelle dichiarazioni pubblicate da The Race.

Quando andremo avanti con il calendario 2020 e finiremo con le modifiche normative che dovranno essere apportate, ci dedicheremo nuovamente a porre fine al Patto di Concordia nell’immediato futuro”, aggiunge Carey.

La crisi del coronavirus ha impegnato la F1 a riformare le sue basi. Uno dei punti in cui lavorano è quello economico. La prima cosa è essere chiari sul piano in relazione al tetto di bilancio e al nuovo calendario. Da lì sarà possibile sapere che reddito hanno, come sarà la distribuzione e qual è la situazione.

Il 12 agosto scade il termine per la firma del nuovo Patto della Concordia. Mentre la maggior parte dei team sono vicini alla conclusione dell’accordo, Mercedes sta ancora giocando a poker per condizioni migliori e rischia [di perdere] un bonus di cinque milioni di dollari.

È stato un patto difficile.  La FIA e la direzione della F1 hanno cambiato così tante regole a causa dell’emergenza che molti paragrafi hanno dovuto essere riscritti o adattati.  Ma ora è finalmente arrivato il momento. Il termine scade il 12 agosto. È in quel momento che Liberty vuole finalizzare il nuovo accordo di base per la Formula 1 fino al 2026. Le nuove regole non entreranno in vigore prima del 2022, un anno dopo il previsto. Il budget cap è stato modificato. Il tetto scenderà in tre fasi da 175 a 145, 140 e 135 milioni di dollari.  Per la prima volta esistono clausole di uscita per le case automobilistiche, qualora la situazione economica le costringa a farlo.

Il nuovo contratto distribuisce circa il 65% delle entrate in modo più equo tra le squadre. Ma la Ferrari manterrà la sua posizione speciale. Questo è stato concordato in linea di principio dalle squadre.  A Silverstone, la maggioranza delle squadre ha dichiarato di essere pronta a firmare prima della scadenza.  Per Liberty, la Ferrari è l’elemento più importante del suo pacchetto. Per questo motivo alla più antica squadra di Formula 1 è stato nuovamente assegnato un ruolo speciale, anche se con un diritto di veto limitato.

Il team principal Mattia Binotto ha commentato con soddisfazione  Anche boss della McLaren, Zak Brown, ha annunciato la sua disponibilità a firmare il contratto in tempo.

Patto della Concordia, Binotto: “Riconosciuto ruolo Ferrari”Mercedes, invece, è ancora ferma. Toto Wolff ha avvertito Liberty: 

La Ferrari mantiene i suoi diritti speciali, e la Red Bull può compensare le sue perdite con entrate aggiuntive per Alpha Tauri. Credo che Mercedes abbia contribuito molto al successo di questo sport negli ultimi anni e abbiamo il pilota che gode della maggiore attenzione a livello mondiale. Tutto questo dovrebbe essere ricompensato di conseguenza. Sentiamo di non essere trattati come dovremmo

Wolff vede ancora alcune questioni aperte, sia dal punto di vista sportivo, commerciale o legale. Ecco perché non è ancora pronta a firmare.

Gli americani non vogliono aprire ulteriormente il portafoglio per mettere la Mercedes in una posizione migliore. Se Mercedes lascia passare la scadenza, ciò non significa automaticamente che il posto verrà assegnato ad un altro interessato. Entrambe le parti continueranno comunque a negoziare. Tuttavia, Mercedes con un rinvio rinuncerà al cosiddetto bonus di firma. Questo ammonta a cinque milioni di dollari per squadra.

Hai un Blog / Sito che parla di Bitcoin oppure Formula 1? Sei una persona informata e vuoi dare il tuo contributo a diffondere le notizie? Crea  il tuo account e richiedi il profilo verificato come editor per pubblicare notizie, link, video, immagini e tanto altro.

? Sponsorizza un comunicato stampa, un’articolo oppure Pubblica il tuo newsfeed

Cosa ne pensi?

Avatar

Scritto da Sgrinci

Comments

Comments

Lascia un commento

Loading…

0

Trasformazione auto benzina in elettriche, spopolano con il Kit (motori.virgilio.it)

Ilaria D'Amico lascia Sky e il calcio, idee già chiare per il futuro (www.inews24.it)