in ,

Google sta abbandonando Android per il nuovo sistema operativo Fuchsia. Ecco le novità

Google Fuchsia è pronto a entrare nell’ultima fase di test interni

Google sta abbandonando Android per il nuovo sistema operativo. Ecco le novità

Google è a buon punto per sostituire Android e già da diverso tempo si sente parlare del nuovo sistema operativo multi-piattaforma Fuchsia per smartphone, tablet e computer.

Il suo debutto non è imminente ma per il futuro l’azienda di Mountain View è intenzionata a sostituire er importanti novità, ma di queste anticipiamo che si sà ancora ben poco.

La cosa certa è che Google non ha mai voluto presentare pubblicamente il progetto ma di tanto in tanto lo ha mostrato nelle conferenze dedicate agli sviluppatori.

La certezza che il progetto sta prendendo forma viene offerto dalla certificazione Bluethoot da parte dello Special Interst Group (SIG), passaggio obbligato per tutti i nuovi sistemi operativi che devono uscire. Questa dunque è la testimonianza chiave che Google Fuchsia è attiva in modalità beta. Con la certificazione, il nuovo OS assicura il supporto al Bluetooth 5.0, lo standard più avanzato disponibile finora.

Che cos’è Google Fuchsia

(Pagina aggiornata da wikipedia qui) Google Fuchsia è un sistema operativo real-time (RTOS) open source, basato su un mix di licenze software, che viene sviluppato da Google.

Caratteristiche

A differenza dei precedenti sistemi operativi sviluppati da Google, quali Android e Chrome OS, che si basano su kernel Linux, Fuchsia si basa su un nuovo microkernel denominato Magenta, derivato da Little Kernel (LK), progettato per funzionare su qualsiasi dispositivo.

Il kernel, denominato prima “Magenta” poi cambiato in “Zircon” (in modo da non confondere il sistema operativo con il suo kernel), è stato progettato per funzionare su telefonini e computer moderni, con processori veloci, quantità molto alte di memoria RAM e con periferiche arbitrarie per il calcolo computazionale.

Google Fuchsia e la sua utilità

Tra Android e il nuovo sistema operativo Google Fuchsia ci passa di mezzo Linux, che non sarà preso più in considerazione in quanto Google vuole personificare al 100% il suo prodotto e diventare finalmente uno strumento simile a quello di Cupertino per Apple.

Quindi ciò che Mountain View vuole raggiungere è diventare l’OS su cui poter basare i dispositivi del futuro. Android non verrà sostituito di sana pianta, ma gradualmente entrerà nello spazio di archiviazione per far posto a Google Fuchsia.

Creare un ecosistema Google è l’obiettivo principale di Big G dove ogni dispositivo possa comunicare facilmente con un altro presente in casa grazie all’utilizzo dello stesso sistema operativo.

Google Sapphire 1.0 Bluetooth Core Host Solution è il nome utilizzato da Google proprio per indicare il Bluetooth di Fuchsia e aver ottenuto questa certificazione lascia intendere che l’uscita presto verrà confermata.

Hai un Blog / Sito che parla di Google e altri Sistemi Operativi? Sei una persona informata e vuoi dare il tuo contributo a diffondere le notizie? Crea  il tuo account e richiedi il profilo verificato come editor per pubblicare notizie, link, video, immagini e tanto altro.

? Sponsorizza un comunicato stampa, un’articolo oppure Pubblica il tuo newsfeed

Cosa ne pensi?

Scritto da News Oggi

Tutte le News in tempo reale dall'Italia e dal Mondo

Comments

Comments

Lascia un commento

Loading…

0

Agosto Black da Euronics: sconti fino al 40% da La Via Lattea (www.smartworld.it)

Ripay, invia XRP tramite messenger Telegram, Discord, Slack o Matrix

Ripay, invia XRP tramite messenger Telegram, Discord, Slack o Matrix