in ,

Come funziona il Riscaldamento Elettrico

Le differenze tra riscaldamento a gas e riscaldamento elettrico, pro e contro

Come funziona il Riscaldamento Elettrico

Un’abitazione senza la giusta temperatura che sia derivante da riscaldamento elettrico o a gas, mette a rischio non solo l’efficienza dal punto di vista di calore ma anche strutturale della casa.

Si perchè ad esempio una casa mai riscaldata uniformemente può far risalire umidità nelle pareti specialmente per le abitazioni singole e di vecchio stampo.

La casa della nonna per intenderci, di sicuro ha problemi legati all’umidità e quindi necessita di alcuni accorgimenti per stabilizzarne la temperatura.

A questo proposito sappiamo come nel corso degli anni si sono evolute le forme di ricaldamento, che vanno dalle stufe, pompe di calore ma anche riscaldamento legato all’energia elettrica.

E proprio su quest’ultimo punto, ovvero, il riscaldamento elettrico che pian piano sta prendendo piede anche in Italia che vogliamo approfondire il discorso.

Esistono soluzioni comode, innovative e convenienti

Per risparmiare in bolletta, bisogna tener conto di alcuni fattori e determinare se veramente è la soluzione migliore perchè ci costi sono comunque da affrontare.

“Per i riscaldamenti centralizzati ci sono ore e giorni che variano a seconda del comune”

Caratteristiche del Riscaldamento Elettrico

Il riscaldamento elettrico è molto più pratico rispetto al riscaldamento a gas anche dal punto di vista dei costi di installazione, molto contenuti, ma soprattutto non è necessario affrontare la spesa della caldaia, tubi dell’acqua, termosifoni ecc.

Il funzionamento del riscaldamento elettrico basa tutto sulla corrente elettrica. Anche i costi per la manutenzione sono più bassi, inutile dire che non sarà necessario fare revisioni periodiche della caldaia, pulizie interne ed esterne dei termosifoni in ghisa.

Inoltre il riscaldamento elettrico:

  • È quasi sempre silenzioso: i radiatori in alluminio, ad esempio, quando riscaldano l’acqua possono generare un fastidioso rumore di fondo. Gli impianti elettrici, nella maggior parte dei casi, minimizzano questo problema
  • È sicuro visto che il suo funzionamento non si basa sulla combustione di gas, lavorando a basse temperature
  • Gli impianti più moderni mixano funzionalità ed estetica, potenza e design.

Riscaldamento Elettrico e Fotovoltaico

Il riscaldamento elettrico si sposa alla perfezione con il funzionamento di un impianto fotovoltaico ed in generale con le energie rinnovabili. Soprattutto per l’autoconsumo domestico ma anche con l’accumulo. Evitando il gas, fonte di emissioni nocive per l’ecosistema, aiuterai il pianeta ed in più noterai un importante risparmio in bolletta.

Riscaldamento Elettrico e Detrazioni Fiscali

Lo Stato mette a disposizione degli utenti le detrazioni fiscali come l’Ecobonus e il Bonus Ristrutturazioni. Il primo ti interesserà nel caso in cui vorrai allacciare i tuoi impianti elettrici ad un impianto fotovoltaico. Il secondo bonus, invece, ti aiuterà a risparmiare fino al 50% dei costi di acquisto, installazione e gestione di un impianto di riscaldamento elettrico.

La Caldaia Elettrica

La caldaia elettrica istantanea o ad azione diretta ha diverse caratteristiche interessanti che la differenziano da una caldaia a gas:

  • I prezzi sono relativamente contenuti e si muovono tra i 400 € ed i 700 €
  • È a zero emissioni e quindi rispetta l’ambiente, insomma una scelta green
  • Si installa facilmente e non ha restrizioni, visto che non presenta tubi di alimentazione e scarico
  • Il calore prodotto non viene disperso ed ha quindi un rendimento molto alto

Gi impianti per il Riscaldamento Elettrico

Vi sono svariate forme di impianti ed apparati pensati per ogni budget, design ed esigenza. Dalle stufe classiche ai moderni impianti a a pavimento o parete fino al famoso impianto a riscaldamento svedese.

Per le stufe elettriche bisogna dire che sono economiche ed efficienti e sono un must degli italiani. Le stufe elettriche producono il calore dalla corrente basano il loro funzionamento dall’Effetto Joule. C’è un conduttore che scalda l’acqua che viene percorso dalla corrente che a sua volta risclada l’ambiente.

I vantaggi della stufa elettrica sono:

  • Ha un ottimo rendimento termico
  • È semplice da utilizzare
  • Maneggevole e facile da spostare
  • È molto economica
  • Non ha bisogno di canne fumarie né lavori di ristrutturazione

Tipi di stufe elettriche:

Tradizionali
A quarzo
Alogene
Termoventilatori
Ad infrarossi
Radiatore ad olio

Il Riscaldamento Svedese

I radiatori elettrici sono il sogno degli italiani e il loro funzionamento garantisce una temperatura uniforme e costante. Vengono prodotti e creati in Svezia ed presentano un microprocessore interno che gestisce il risparmio energetico. La parte che riscalda è presente all’interno dei termosifoni e non all’esterno come quelli tradizionali. L’aria calda salendo porta con sè quella fredda. Per ottenere una temperatura costante il termostato non và mai spento e in caso di allontanamento dall’abitazione per più giorni è sufficiente abbassare la temperatura media.

I vantaggi del riscaldamento elettrico svedese:

  • Sprigiona un calore costante perché lavora a bassa temperatura. Così facendo ogni abitazione sarà riscaldata in maniera uniforme in tutte le sue parti
  • Non brucia né la polvere né l’ossigeno, aiutando così ad evitare danni alle vie respiratorie e la sensazione di secchezza alle fauci
  • L’aria calda non sale verso il soffitto e quindi non si stratifica
  • È green perché funziona alla perfezione con gli impianti fotovoltaici
  • Esistono molti modelli con potenze che variano dai 400 W ai 1200 W
  • Vengono alimentati direttamente da una presa elettrica e possono essere accesi e spenti in totale autonomia.

Riscaldamento Elettrico a pavimento, a parete, a infrarossi

Riscaldamento elettrico a pavimento: costituito da tubazioni, pannelli isolanti e collettori. La trasmissione del calore avviene per irraggiamento in maniera molto uniforme in ogni abitazione. Aiuta nel recupero degli spazi visto che non ha alcun impianto visibile ed inoltre aiuta a non immettere polveri nell’aria né a farla ristagnare. In estate si potrà decidere di immettere acqua fredda nelle tubazioni, evitando così l’acquisto di condizionatori
Riscaldamento elettrico a parete: si costituisce di resistenze elettriche poste dietro l’intonaco delle pareti. Anche in questo caso la distribuzione del calore è omogenea, elimina muffe ed umidità e si risparmia spazio. Inoltre, se associato ad una pompa di calore, aiuta a risparmiare in bolletta!
Riscaldamento ad infrarossi: avresti mai pensato ad un riscaldamento basato su onde elettromagnetiche che riscaldano le superficie invece che l’aria? Ebbene sì, il riscaldamento ad infrarossi funziona così.

Pompa di Calore

La pompa di calore permette al calore di passare da un’ambiente freddo ad uno caldo. In pratica la pompa di calore prende il calore da una fonte come l’aria, acqua o terreno e lo trasporta in un edificio alla temperatura ideale. Le pompe di calore sono in grado anche di raffreddare gli ambienti.

  • Riesce a produrre lo stesso calore di una caldaia convenzionale, ma con la metà dell’energia iniziale
  • È a basso impatto ambientale
  • Può essere abbinata, ad esempio, ad un impianto fotovoltaico

Differenze tra Riscaldameto Elettrico e Riscaldamento a Gas

Riscaldamento Elettrico

Costi ridotti di manutenzione ordinaria e straordinaria
Meno guasti per assenza di accessori in movimento
Ideale per essere abbinato ad un impianto fotovoltaico
Costo elevato dell’energia elettrica

Riscaldamento a Gas

Manutenzione obbligatoria per legge
Possibilità frequente di guasti
Varietà di impianti
Costo ridotto del gas metano

Costi Riscaldamento Elettrico

  • Appartamento di 1 piano (intermedio), con due facciate esterne
  • Famiglia composta da 4 persone
  • Casa “vissuta” essenzialmente il pomeriggio ed i fine settimana
  • Appartamento di circa 80 mq
  • Abitazione di residenza con isolamento medio
  • Città Roma, zona termica D
  • Contatore da 4,5 kW
  • Nel caso del riscaldamento elettrico con pompa di calore il consumo di energia rilevato è di 3.716 kWh/annui. Con un relativo costo totale annuo di 844,52 €.

Invece, nel caso del riscaldamento a gas metano, il consumo totale annuo rilevato è di 674 smc/annui con un relativo costo totale di 611,69 €/annui.
Se ti fà piacere condividi questo post oppure lasciaci un LIKE

Hai un Blog / Sito che parla di Meteo? Sei una persona informata e vuoi dare il tuo contributo a diffondere le notizie? Crea  il tuo account e richiedi il profilo verificato come editor per pubblicare notizie, link, video, immagini e tanto altro.

Sponsorizza un comunicato stampa, un’articolo oppure Pubblica il tuo newsfeed

What do you think?

Avatar

Written by News Oggi

? Tutte le News in tempo reale dall'Italia e dal Mondo

Comments

Lascia un commento

Loading…

0

I COLOSSI DEL TECH PRONTI AD UNA LORO CRIPTOVALUTA

Nokia 2.4, economico con due giorni di autonomia

Nokia 2.4, economico con due giorni di autonomia