in

Precari, autonomi e stagionali: Bonus € 1000 senza domanda entro il 31 dicembre

Indennità 1000 euro senza domanda Inps entro la fine del mese di dicembre con riferimento bonus di novembre

L’Inps ha chiarito con una nota n. 146 del 2020 del 14 dicembre che è possibile presentare domanda per il bonus di 1000 euro senza fare ulteriore domanda.

Ma non è tutto, è stata definita anche la proroga per la fruizione dell’indennità, che non necessita di ulteriore domanda per chi ha già inoltrato la stessa per precedenti decreti.

Sia per il bonus agosto che che quella del 18 dicembre che per l’indennità di ottobre rimane valida la terza scadenza di fine anno per il decreto Ristori quater che fà riferimento a novembre.

Per ottenere il bonus 1000 euro è necessario disporre di requisiti come essere stagionali, autonomi oppure precari. Per tutte le altre categorie è possibile sfogliare il decreto legge numero 157 del 2020.

Potranno presentare domanda, escludendo ormai i requisiti richiesti per le precedenti domande:

  • i dipendenti con contratto a tempo determinato e gli stagionali che lavorano nel turismo o negli stabilimenti termali nonché i lavoratori in somministrazione nei medesimi settori che abbiano cessato, involontariamente, il proprio rapporto di lavoro tra il 1° gennaio 2019 e il 30 novembre 2020, periodo nel quale è necessario aver accumulato non meno di 30 giornate lavorative. Alla data del 30 novembre i richiedenti non dovranno essere titolari di contratto di lavoro alle dipendenze, di pensione o di Naspi;
  • gli stagionali che lavorino in settori differenti e gli intermittenti. Anche per queste categorie vige il requisito della perdita involontaria del lavoro tra il 1° gennaio 2019 e il 30 novembre 2020 e le 30 giornate lavorative nel medesimo periodo, mentre sono esclusi i titolari di Pensioni, Naspi o di contratti di lavoro a tempo indeterminato che non siano di tipo intermittente alla data di presentazione della domanda stessa;
  • gli autonomi senza partita Iva, purché iscritti alla Gestione separata Inps (per la domanda da presentare entro il 31 dicembre del bonus di novembre è necessaria l’iscrizione al 17 marzo 2020 e almeno un versamento effettuato tra il 1° gennaio 2019 e il 30 novembre 2020);
  • i venditori a domicilio;
  • i lavoratori dello spettacolo per i quali vige, al momento della presentazione della domanda, l’allineamento al requisito secondo il quale non debbano essere titolari di contratti di lavoro indeterminato, acconsentendosi invece l’accesso al bonus ai lavoratori con contratto di lavoro indeterminato esclusivamente di tipo intermittente purché privo dell’indennità di disponibilità e dei lavoratori con contratto a tempo determinato.

Al contrario chi non deve presentare la domanda indennità novembre 2020 sono tutti i soggetti lavoratori con i seguenti requisiti:

  • non dovranno presentare domanda i lavoratori che abbiano beneficiato del bonus di 1.000 euro di agosto e/o di quello di ottobre che riceveranno, in automatico, l’indennità di novembre;
  • dovranno presentare domanda i nuovi beneficiari entro il 31 dicembre attraverso gli appositi canali telematici resi disponibili a cura dell’Inps.

Come presentare la domanda indennità 1000 euro

E’ possibile presentare la domanda per il bonus di 1000 euro del 26 novembre 2020 come da circolare Inps attraverso il sito web dell’Istituto previdenziale oppure contattando il servizio center Inps.

Se ti fà piacere condividi questo post oppure lasciaci un LIKE

Hai un Blog / Sito che parla di Economia? Sei una persona informata e vuoi dare il tuo contributo a diffondere le notizie? Crea  il tuo account e richiedi il profilo verificato come editor per pubblicare notizie, link, video, immagini e tanto altro.

Sponsorizza un comunicato stampa, un’articolo oppure Pubblica il tuo newsfeed

Cosa ne pensi?

Avatar

Scritto da News Oggi

? Tutte le News in tempo reale dall'Italia e dal Mondo

Comments

Comments

Lascia un commento

Loading…

0
Elon Musk lancia un missile diretto su Bitcoin

Elon Musk lancia un missile diretto su Bitcoin

Vercarmodel ha chiuso l’azienda che produce il SUV da 3,8 milioni