in

SOCIAL COMMERCE NUOVA FRONTIERA DELL' ECOMMERCE

SOCIALCOMMERCE COSA’E’ E PERCHE’ STA AVENDO COSI SUCCESSO

Sembra ormai essere una certezza quella che il social commerce sia ormai diventata parte integrante all’interno dell’ecosistema dei social network. La combinazione vincente di social media e shopping sta diventando sempre più importante per marchi e rivenditori nell’e-commerce. Il social commerce è un tipo di vendita che si realizza direttamente nelle diverse piattaforme social. Al posto di usare le piattaforme per dirigere traffico al sito del brand, si vendono i prodotti direttamente alle persone attraverso i social. Il grande successo dei social come Facebook, Instagram, Pinterest, ha reso questi spazi web assai interessanti per tutte le aziende, sia come veicolo di promozione ed ora sempre più come veri e propri spazi per vendere direttamente i propri prodotti. Il social crea condivisione e community, che rappresentano il vero futuro del commercio, ed offrono alle aziende, proprio per la loro caratteristica di creare community intorno ad interessi comuni la possibilità di raggiungere velocemente un determinato target di consumatori e di fidelizzarlo in maniera economica e diretta. E le piattaforme di social media proprio per accrescere il loro “appeal” commerciale, stanno lavorando duramente per eliminare il divario tra la ricerca di prodotti sui social media e l’effettivo acquisto lì. Ed è per questo motivo che il social shopping sta cambiando il modo in cui guardiamo e interagiamo con i social media. Secondo dati recenti circa il 60%delle persone scopre prodotti su Instagram e il 78% degli americani usa Facebook per trovare nuovi prodotti e il 30% dei consumatori acquisterà nei prossimi mesi, tramite piattaforme di social media come Facebook, Instagram, Twitter o Snapchat. Le persone lasciano che i social media guidino le loro decisioni di acquisto e, per i marchi, è il luogo ideale per aumentare le vendite e portare consapevolezza del marchio. Ma è in Cina che il social commerce ha già compiuto la sua rivoluzione, considerando l’alta tecnologia raggiunta dal digitale in quel paese. In Cina, infatti, social commerce significa entrare in contatto con persone che condividono lo stesso interesse piuttosto che limitarsi ad acquistare un articolo. È un modo di coinvolgimento sociale, non solo una piattaforma per l’acquisto. Il futuro del commercio sociale sta in questa cosa precisa: diventerà una forma di impegno sociale, non solo un processo. Si tratta di riunire persone nelle comunità online piuttosto che spingerle ad acquistare prodotti sui social media. Ecco perché i social media e l’e-commerce vanno insieme e nemmeno i marchi di lusso possono ignorare questo fatto o aspettarsi di avere vendite online senza una strategia di social commerce dedicata. 

LA SHOPPING COMMUNITY SOCIAL

Partendo dalla Cina e dalla sua famosissima Wechat, si può capire perché il futuro del commercio sarà nella condivisione e nella creazione di community shopping, che molto breve sarebbe gruppo d’acquisto, il cui scopo è ottenere innanzitutto un maggior potere d’acquisto. L’app WeChat ha creato un ecosistema basato sulla comunicazione in cui venditori incontrano i clienti creando un rapporto di fiducia che è molto diverso dal classico business di e-commerce. Questa è la principale differenza tra Facebook e WeChat. All’interno di WeChat, i marchi possono presentare qualsiasi cosa, dai contenuti, ai metodi di pagamento e alle interazioni sociali allo streaming live, all’esperienza di e-commerce personalizzata e al servizio clienti. In questo modo, WeChat può fornire un’esperienza più personalizzata e personale per i potenziali clienti.  Il fulcro del commercio saranno, infatti, molto probabilmente, le comunità di marchi online basate sulla fiducia e sui valori reciproci tra il marchio ei clienti. Il futuro del social shopping risiede nell’ibrido tra social media, social commerce e comunità di marchi online. Ma cos’è una brand community? Una brand community è un gruppo di clienti che investe in un marchio oltre il prodotto: consente alle aziende di rafforzare le relazioni con i clienti e di coinvolgerli nella co-creazione del marchio.  Molti sono gli esempi di aziende che hanno costruito sulla loro “comunità” e sulla fedeltà al loro marchio il loro successo, basti pensare ad Apple, Nike, Lego, Gucci. Il cliente diventa un vero e proprio brand ambassador dell’azienda e dei suoi prodotti, creando una promozione molto piu economica che quella tradizionale e molto più efficace.

COME CREARE UNA COMMUNITY ONLINE VIVACE E DURATURA?

Come creare una Brand Community? Il social commerce deve diventare un intero sistema in cui le persone non si limitano a fare acquisti o “perseguitano” le persone sui social media. L’attenzione dovrebbe spostarsi sulle comunità di marchi online che raccolgono persone specifiche e si concentrano su prodotti specifici che soddisfano i loro desideri, interessi e bisogni. Un ottimo esempio di cosa vuol dire un brand community è la comunità online di Procter &Gamble che si concentra sullo stile di vita, le relazioni e la cultura incentrate sulle donne. In questo modo, aggiungono valore ai loro contenuti per il loro pubblico di destinazione. Un ottimo modo per stimolare il coinvolgimento è includere i membri dei social media nel processo di creazione dei contenuti consentendo loro di suggerire argomenti o presentarli nei tuoi contenuti. Ciò contribuirà a incoraggiare le connessioni tra i membri. La community poi va continuamente alimentata con nuove interazioni legate ai commenti sugli acquisti o alla utilità di un determinato prodotto. Il passaparola è da sempre la migliore forma di marketing che esiste. Creare una community fedele al marchio che diventa essa stessa portatrice dei valori dell’azienda, perché si sente parte del progetto è la base per creare una comunità che veicola attraverso i suoi contatti, creando l’effetto moltiplicatore il brand e i prodotti o servizi di una azienda. Il futuro del commercio è nella condivisione degli stessi ideali che rafforzano il marchio e contribuiscono al successo dello stesso, perché lo fanno proprio e diventano essi stessi parte stessa dell’azienda, passando dal ruolo di semplice utente finale in quello di “socio” dell’azienda in cui credono e in cui si sentono completamente coinvolti. Coinshare piattafforma di social commerce in blockchain rappresenta una evoluzione ancora ulteriore di questo sistema e il suo successo a poco più di un anno dalla nascita dimostra come il modello sia sicuramente  vincente , ancora piu se innovativo come quello appunto di Coinshare ( https://www.coinmarket.network/)

Cosa ne pensi?

Comments

Comments

Lascia un commento

Loading…

0

Il cellulare 5G che si ricarica in 20 minuti con batteria al grafene

TCL punta sugli schermi pieghevoli e Google TV OLED