in

Grandi marchi di moda si stanno avvicinando ai token non fungibili (NFT)

Grandi marchi di moda si stanno avvicinando ai token non fungibili (NFT)

I grandi marchi della moda come Gucci stanno valutando l’entrata nel mondo dei token non fungibili per quanto riguarda la produzione dei capi di abbigliamento.

Essendo l’alta moda un brand di lusso e simile all’arte e le opere musicali che hanno fatto la storia, l’ipotesi di avvicinamento al mercato NFT in forte espansione porterebbe questo settore a toccare l’adozione a livello mondiale.

Vogue Business, la famosa rivista online nel suo articolo descrive come già diverse case di moda hanno intrapreso la strada dei propri token non fungibili.

L’intento sarebbe quello di portare la moda in versione digitale, con capi di prodotti e servizi come vere opere d’arte.

Alcuni rivenditori stanno creando articoli digitali di abbigliamento di vita reale in vendita su piattaforme NFT. L’acquisto di questi NFT di moda spesso garantisce all’acquirente l’accesso all’abbigliamento della vita reale corrispondente.

Lukso (LYXE) è stato uno dei token del progetto NFT che ha subito significativi aumenti di prezzo nelle ultime settimane a causa del crescente interesse per i collezionabili digitali.

Per marchi come Louis Vuitton e Christian Dior, la creazione di NFT sarà un’estensione dell’utilizzo già emergente della blockchain nel settore della moda. Nel marzo 2019, entrambi i marchi di lusso hanno collaborato con Microsoft e il costruttore di infrastrutture blockchain ConsenSys per utilizzare la nuova tecnologia nell’autenticazione dei beni di lusso .

Cosa ne pensi?

Scritto da simonina

Comments

Comments

Lascia un commento

Loading…

0
Golfnow, Starbucks, Best Buy, Choice Hotels e Fiserv accettano Bitcoin

Golfnow, Starbucks, Best Buy, Choice Hotels e Fiserv accettano Bitcoin

La blockchain come collante all'industria del cinema

La blockchain come collante all’industria cinematografica