in

G20 Italia, i capi finanziari chiedono la regolamentazione delle stablecoin

G20 Italia, i capi finanziari chiedono la regolamentazione delle stablecoin

La quarta riunione dei ministri delle finanze e dei governatori delle banche centrali (FMCBG) del G20, tenutasi in Italia questa settimana, si è conclusa con varie risoluzioni su come i governi dovevano affrontare al meglio la questione delle stablecoin.

Un incontro che coinvolge i capi finanziari delle prime 20 maggiori economie del mondo ha chiesto una maggiore supervisione sul settore delle stablecoin come parte di un più ampio quadro normativo globale.

Si è discusso di come è necessaria una regolamentazione adeguata anche se vari paesi fanno passi da gigante con le loro valute digitali emesse dalla banca centrale, o CBDC.

Secondo i capi delle finanze e delle banche centrali del G20, il settore delle stablecoin dovrebbe avere tutti i requisiti legali e normativi in atto prima di essere approvato.

Ribadiamo che nessuna cosiddetta “stablecoin globale” dovrebbe iniziare a funzionare fino a quando tutti i requisiti legali, normativi e di supervisione pertinenti non saranno adeguatamente affrontati attraverso una progettazione appropriata e aderendo agli standard applicabili, ha affermato il gruppo in un rapporto.

Il rapporto FMCBG del G20 riconosce che molto è stato fatto nella misura in cui la comunità globale cerca di rivoluzionare i pagamenti transfrontalieri. Il rapporto rileva che la ripresa economica mondiale dipende da una “infrastruttura digitale ben funzionante”.

Tuttavia, i responsabili politici hanno ritenuto che si possa fare di più per quanto riguarda le sfide che devono affrontare l’uso delle stablecoin, comprese le questioni relative alla trasparenza, ai costi e alla velocità.

Hanno anche toccato la questione della sicurezza, osservando che il settore potrebbe avere un impatto sul sistema monetario globale.

Secondo il rapporto, gli adeguamenti agli approcci normativi e l’attuazione degli standard di supervisione allineeranno vari governi con la tabella di marcia stabilita nell’ambito del Financial Stability Board (FSB).

L’organismo, costituito nel 2009, ha il compito di monitorare il sistema finanziario globale e mira a coordinare la regolamentazione, la supervisione e la vigilanza del settore entro il 2027.

Nel frattempo, il Regno Unito e gli Stati Uniti sono due delle principali destinazioni di asset digitali al mondo che già guardano al mercato delle stablecoin. Ci sono richieste di CBDC nei due paesi, ma la Cina sembra prendere un vantaggio iniziale in questa gara con il suo yuan CBDC in una fase di lancio avanzato dopo un importante giro di vite sul mining e il trading di criptovalute.

Cosa ne pensi?

Scritto da simonina

Comments

Comments

Lascia un commento

Loading…

0
XDEFI WALLET annuncia il suo rilascio su Chrome Store

XDEFI WALLET annuncia il suo rilascio su Chrome Store

Ethereum mostra segnali positivi ed ha la forza per superare i $ 4K