in

Citibank e Sony aiutano l'FBI a sequestrare Bitcoin rubati

Il Federal Bureau of Investigation (FBI), in collaborazione con Citibank, Sony e le forze dell’ordine giapponesi, ha preso provvedimenti per “restituire più di 154 milioni di dollari in fondi che sarebbero stati rubati da una filiale di Sony Group Corporation con sede a Tokyo”. 

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha dettagliato: “Come risultato di questo sforzo coordinato, gli investigatori hanno ottenuto la ‘chiave privata’ … necessario per accedere all’indirizzo bitcoin.”

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti (DOJ) ha annunciato questa settimana che gli Stati Uniti hanno “presentato una denuncia di confisca civile” per “restituire più di $ 154 milioni di fondi che sarebbero stati rubati da una filiale di Sony Group Corporation con sede a Tokyo”.

L’FBI e varie forze dell’ordine giapponesi hanno indagato sul caso “con un’assistenza significativa da parte di Sony e Citibank”, dettagli dell’annuncio, aggiungendo:

Come risultato di questo sforzo coordinato, gli investigatori hanno ottenuto la “chiave privata” … necessario per accedere all’indirizzo bitcoin.

Rei Ishii, un dipendente di Sony Life Insurance Company Ltd. a Tokyo, avrebbe “sottratto” $ 154 milioni a maggio e trasferito i fondi su un conto che controllava presso una banca a La Jolla, in California. Ha poi rapidamente convertito i fondi “in oltre 3.879 bitcoin valutati oggi a più di $ 180 milioni”.

Al prezzo attuale di bitcoin, questo stack di BTC vale quasi $ 188 milioni.

Il dipartimento di giustizia ha spiegato che “Quei fondi sono stati sequestrati dalle forze dell’ordine il 1 ° dicembre 2021, sulla base delle indagini dell’FBI”,

Le forze dell’ordine sono state in grado di tracciare i trasferimenti di bitcoin e identificare che circa 3.879,16 bitcoin, che rappresentano i proventi dei fondi rubati da una controllata di Sony Life, erano stati trasferiti a uno specifico indirizzo bitcoin e quindi a un portafoglio freddo di criptovaluta offline.

“Tutti i bitcoin riconducibili al furto sono stati recuperati e completamente conservati. Ishii è stato accusato penalmente in Giappone”, ha osservato il Dipartimento di Giustizia. “L’esperienza tecnica dell’FBI è stata in grado di rintracciare il denaro nel portafoglio crittografico del soggetto e sequestrare quei fondi”.

Il procuratore degli Stati Uniti Randy Grossman ha dichiarato: 

“È nostra intenzione restituire il denaro rubato alla vittima di questo audace furto”.

Cosa ne pensi?

Scritto da News Oggi

Tutte le News in tempo reale dall'Italia e dal Mondo

Comments

Comments

Lascia un commento

      Loading…

      0

      Moralis presenta Metaverse SDK per il Web3

      Tolto divieto vendita calibro nove Grazie ad emendamento di Fdi