in ,

Rebranding Ethereum: I termini ETH 1.0 e ETH 2.0 vanno in pensione

Rebranding Ethereum: I termini ETH 1.0 e ETH 2.0 vanno in pensione

Ethereum Foundation ha messo in archivio storico i termini ETH 1.0 e ETH 2.0 con l’ultimo rebranding “in livello di esecuzione” e “livello di consenso” di Ethereum.

In breve, il rebranding è stato effettuato per fornire maggiore chiarezza a ciascuna fase ed evitare confusione sulla terminologia che gli agenti dannosi possono sfruttare.

Poiché la tabella di marcia “ETH 2.0” avrebbe richiesto diversi anni per essere completamente realizzata, molte altre iniziative di ricerca proof-of-work sono state riprese.

Invece di attendere una soluzione di ridimensionamento complessa e incerta che durerà anni, l’azienda ha deciso di concentrarsi sul ridimensionamento tramite rollup anziché sull’esecuzione frammentata.

Ragioni dietro il rebranding

L’annuncio ha affrontato il motivo dell’abbandono del marchio “ETH 2.0”, principalmente per evitare di creare un modello mentale rotto per i nuovi utenti di Ethereum.

L’idea intuitiva che ETH 1.0 venga prima di ETH 2.0 o ETH 1.0 smetta di esistere una volta che ETH 2.0 è in movimento è intrinsecamente sbagliata. Inoltre, la roadmap in evoluzione per Ethereum richiede una rappresentazione più accurata e inclusiva attraverso il branding e la scelta delle parole.

Il rebranding serve anche a prevenire i truffatori che cercano di sfruttare il termine improprio “ETH 2.0” dicendo agli utenti di scambiare i loro ETH con token ETH 2 e schemi simili.

Gli operatori di staking che hanno travisato l’ETH puntato sulla Beacon Chain con il ticker ETH2 otterranno maggiore chiarezza dall’eliminazione di queste terminologie.

La fusione creerà la blockchain collettiva “Ethereum”

Il precedente “ETH 1.0” sarà rinominato come livello di esecuzione e farà riferimento alla blockchain Proof-of-Work che esiste come Ethereum.

L’imminente Proof-of-Stake Beacon Chain supererà il processo di consenso una volta che le due blockchain saranno fuse e sarà indicata come il livello di consenso e non più “ETH 2.0”.

Questa “fusione” sarà fondamentale per unire l’attuale catena PoW con la catena PoS ed è programmata provvisoriamente nel giugno 2022. Una volta che l’unione avrà successo, l’intera blockchain collettiva sarà conosciuta come “Ethereum”.

Passando a un sistema di consenso PoS, i validatori potranno scommettere i propri fondi sulla rete per convalidare nuove transazioni, garantendo così una maggiore scalabilità e costi di transazione inferiori.

Cosa ne pensi del rebranding di Ethereum? Faccelo sapere nei commenti qui sotto. Se vuoi pubblicare un “Comunicato Stampa/Press Release”, adesso puoi accedere alla pagina con tutti i dettagli da qui.👈

Cosa ne pensi?

Scritto da simonina

Comments

Comments

Lascia un commento

      Loading…

      0

      Il Bitcoin vede una ripresa con supporto a $ 38000

      Binance è lo sponsor ufficiale della nazionale di calcio Argentina

      Binance è lo sponsor ufficiale della nazionale di calcio Argentina