in

Google crede nella blockchain e investe 2 miliardi di dollari in società private

Alphabet, la società madre di Google, ha investito nel settore della blockchain una quantità di capitale superiore a quella di qualsiasi altra società pubblica, per un valore di 2 miliardi di dollari tra il settembre 2021 e il giugno 2022.

Tra gli altri investitori istituzionali di rilievo figurano BlackRock, Morgan Stanley, Samsung e Goldman Sachs, secondo un rapporto di Blockdata.

L’azienda ha investito 2 miliardi di dollari concentrandosi su quattro società blockchain, tra cui la piattaforma di custodia di asset digitali Fireblocks, la società di giochi Web3 Dapper Labs, lo strumento di infrastruttura Bitcoin Voltage e la società di venture capital Digital Currency Group.

Questo è in netto contrasto con l’anno scorso, quando Google ha diversificato il suo investimento di 601,4 milioni di dollari in 17 società basate sulla blockchain, che comprendevano Dapper Labs, Alchemy, Blockchain.com, Celo, Helium e Ripple.

L’aumento degli investimenti di Google nel settore della blockchain è in linea con le altre 40 società quotate in borsa, con un totale di 6 miliardi di dollari investiti in questo periodo, rispetto a 1,9 miliardi di dollari tra gennaio 2021 e settembre 2021 e 506 milioni di dollari in tutto il 2020.

Gli altri grandi investitori includono BlackRock, società di gestione patrimoniale, che ha investito 1,17 miliardi di dollari, Morgan Stanley, società di investment banking, che ha investito 1,11 miliardi di dollari, e Samsung, società di elettronica, con investimenti per un totale di 979,2 milioni di dollari.

Come Google, anche Morgan Stanley e BlackRock hanno adottato un approccio più mirato, investendo solo in due o tre società durante il periodo. Tuttavia, Samsung è stato di gran lunga l’investitore più attivo, avendo partecipato a 13 società diverse.

I dati hanno anche rilevato che le aziende che offrono una qualche forma di soluzione con token non fungibili (NFT) sono stati gli investimenti più popolari:

Molti di questi appartengono a settori come il gaming, l’arte, l’intrattenimento e la distributed ledger technology (DLT).

I restanti investimenti sono stati suddivisi tra società che forniscono Blockchain-as-a-Service (BaaS), infrastrutture, piattaforme di smart contract, soluzioni di scaling e piattaforme di custodia di asset digitali.

I dati hanno anche rilevato che le banche hanno iniziato ad aumentare la loro esposizione nelle società di criptovalute e blockchain, spinte dall’aumento della domanda di servizi da parte dei clienti. Tra le banche che si trovano in cima alla lista degli investitori in criptovalute ci sono United Overseas Bank, Commonwealth Bank of Australia e BNY Mellon.

Cosa ne pensi?

Scritto da News Oggi

Tutte le News in tempo reale dall'Italia e dal Mondo

Comments

Comments

Lascia un commento

      Loading…

      0

      Meta sta acquistando l’app di fitness VR Supernatural

      Coinbase aggiunge Paypal alla rete Trust Travel Rule