Bitecoin » 2020, per Bitcoin è iniziato in calo del 21% su base trimestrale

Share This Post

Analisi dei prezzi / Bitcoin

2020, per Bitcoin è iniziato in calo del 21% su base trimestrale

La criptovaluta di riferimento è in calo di circa il 21,5 percento su base trimestrale. La mossa in discesa ha esteso le sue perdite semestrali al 33,35 percento.

I guadagni esponenziali nei primi due trimestri hanno mantenuto il bitcoin all’interno di un territorio positivo. Dal 1 ° gennaio fino al momento in cui scriviamo, la criptovaluta è aumentata di oltre il 95 percento. La performance a lungo termine mantiene vivo l’interesse del mercato per l’attività.

Parte del motivo è la capacità del bitcoin di mantenere determinati livelli di supporto tecnico nel dicembre 2019. In più di due casi, la gamma da $ 6.400-6.500 ha respinto i forti tentativi al ribasso degli orsi. Ogni volta che bitcoin ha testato la gamma, è stato tirato indietro a nord da tori.

Fattore inverso: eventi macroeconomici

Oltre alle barriere tecniche, anche il primo trimestre 2020 è importante in termini di vari eventi macroeconomici. Ad esempio, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato oggi che firmerà un ” accordo di fase uno ” con la Cina il 15 gennaio.

Storicamente, un passo positivo per porre fine alla guerra commerciale USA-Cina ha spinto gli investitori a parcheggiare il proprio capitale sui mercati azionari. Tale migrazione riduce al minimo l’appetito degli investitori per le attività di copertura. Il bitcoin, che è servito come strumento di rifugio durante le altezze della guerra commerciale a maggio, è probabile che cada verso $ 6.000-6.500 area dopo / intorno all’accordo di mini-affare.

I social media sostengono che un calo verso $ 6.000 renderebbe il bitcoin attraente per la riattivazione . Con i migliori analisti di mercato che trattano l’accordo di fase uno come non influente, i suoi probabili investitori potrebbero spostare parte del loro capitale sui mercati di copertura.

“Un accordo globale Cina / Stati Uniti è molto lontano, fino ai minimi dei bitcoin dello scorso anno”, ha scritto Clem Chambers , CEO del sito web di investitori privati ADVFN.com . “Quindi non è ancora possibile indovinare esattamente cosa accadrà dopo nel conflitto commerciale e quindi il prezzo a breve termine del bitcoin.”

Il sentimento al rialzo nei mercati dei bitcoin probabilmente aumenterà alla fine del primo trimestre 2020. La cosiddetta fase di accumulazione potrebbe aumentare il prezzo verso $ 8.000 a causa della speculazione sul dimezzamento di maggio 2020 .

In detto mese, il tasso di offerta di bitcoin si ridurrebbe da 12,5 BTC a 6,25 BTC. Gli analisti ritengono che renderebbe la criptovaluta più scarsa. Con un tasso di successo del 99,6 per cento di un rialzo dei prezzi al rialzo dopo la metà, i bitcoin hanno una migliore probabilità di registrare nuovi massimi entro la fine del 2020.

L’evento sta ricevendo un’adeguata attenzione mediatica da punti vendita mainstream come Bloomberg, WSJ e Financial Times. Mentre ogni rapporto dubita che gli investitori medi di Wall Street speculino sul dimezzamento dei bitcoin, non negano che la criptovaluta sia diventata più mainstream dopo il suo esponenziale rialzo dei prezzi nel 2019.

“Se pensi alla ricchezza di questo paese, è nelle mani dei bambini dai 50 agli 80 anni, non dai 20 ai 30 anni”, ha dichiarato Mike Novogratz , CEO di Galaxy Digital Holdings, a WSJ. “Non abbiamo ancora avuto questo gruppo di partecipazione in grande stile.”

Share This Post

Leave a Reply