Bitecoin » CME e i Bitcoin futures registrano aumento derivati BTC

Share This Post

Bitcoin / Exchanges / News

CME e i Bitcoin futures registrano aumento derivati BTC

Chicago Board Options Exchange (Cboe) dopo aver annunciato di aver messo fine ai suoi prodotti bitcoin sui futures a marzo,  ha visto un enorme afflusso di volumi di derivati ​​bitcoin.

La seconda settimana di maggio, i futures bitcoin di Chicago Mercantile Exchange (CME) hanno toccato un traguardo quando ha superato i 33.000 contratti (valore nominale di $ 1,3 miliardi) in un giorno.

In un altro caso, l’open interest di CME per le sue posizioni in derivati ​​bitcoin ha infranto il record assoluto di 5.190 contratti il ​​28 maggio.

I mercati dei future sui Bitcoin di CME Group registrano i record in aprile e maggio

Si è verificato un sacco di azione con i prodotti bitcoin futures che provengono specificamente da CME Group. Lo scorso marzo, Cboe ha deciso di annunciare la fine dei suoi mercati dei futures bitcoin, affermando che il prodotto ha visto bassi volumi di scambi. Sebbene Cboe abbia affermato al momento di riflettere sui prodotti derivati ​​da criptovaluta in futuro.

L’ultimo contratto per i bitcoin futures sullo scambio CBOE sarà regolato il 19 giugno e secondoa una risposta via email di Suzanne Cosgrove di Cboe, lo scambio sta ancora valutando la situazione.

“Cboe sta valutando il suo approccio rispetto al modo in cui intende continuare a offrire derivati ​​digitali per il trading”

, ha osservato Cosgrove l’11 giugno. La decisione di Cboe di porre fine ai suoi futures bitcoin sembra aver causato molta più richiesta per l’offerta di cripto derivati ​​del Gruppo CME.

Lo scorso maggio è stato un mese da record per i futures bitcoin di CME Group con quasi 300.000 contratti risolti. Inoltre, i volumi di giugno stanno iniziando a salire e lo sono anche i contratti a luglio.

I derivati ​​di bitcoin di CME Group hanno visto un valore nozionale di $ 1,3 miliardi ( 168K BTC ) quando sono stati scambiati 33.677 contratti il ​​13 maggio. Il giorno record è aumentato di quasi il 50% dall’ultimo risultato di 22.5K contratti regolati il ​​4 aprile.

Quando si tratta di open interest mese per mese, l’interesse pubblico medio giornaliero per mese è aumentato del 755%. Inoltre, il 28 maggio, i dati del CME mostrano che l’open interest è salito a 5.190 contratti. Durante i mesi di aprile e maggio, il volume di scambi nozionali di bitcoin presso il CME Group ha superato il volume dei sei mesi precedenti combinato.

Il volume medio giornaliero (ADV) per mese mostra una crescita dell’1.188% da dicembre 2017.

Oltre ai numeri record, CME Group ha pubblicato un nuovo rapporto il 5 giugno analizzando il CME CF Bitcoin Reference Rate (BRR). Il rapporto spiega come funziona il sistema BRR e come l’indice basato su bitcoin evita le pratiche manipolative e fornisce una rappresentazione accurata del prezzo.

Il documento affronta diversi punti al fine di stabilire in che modo BRR è una “fonte credibile affidabile per il prezzo del bitcoin e intesa a facilitare la creazione di prodotti finanziari basati su bitcoin.” Questo include otto test distinti di: Rilevanza, Resistenza alla manipolazione, Verificabilità, Replicabilità, Tempestività, Stabilità e Parsimonia. ”

È possibile concludere che il BRR è rappresentativo del sottostante mercato spot bitcoin che traccia, poiché per definizione rappresenta le negoziazioni effettive che si sono verificate all’interno di quel mercato catturando il valore nozionale delle transazioni, il BRR fornisce un riferimento preciso al prezzo spot medio nel periodo “, riporta l’ultima relazione sui futures bitcoin del Gruppo CME.

L’analisi approfondita di CME su BRR continua:

C’è liquidità nel BRR, nel 1 ° anno fino a marzo 2019, sono stati eseguiti più di 3 miliardi di dollari di transazioni bitcoin, oltre 1,8 milioni di scambi sono stati inclusi nel BRR sulla base di un totale di 607.000 bitcoin scambiati, questo dimostra credibilità nel calcolo del BRR.

Ci sono state anche alcune evidenti lacune durante maggio e la prima settimana di giugno che danno a alcuni speculatori l’impressione che gli operatori istituzionali siano nel gioco.

Tradizionalmente le lacune si riempiono quando i mercati si chiudono alla fine della settimana e riprendono di nuovo lunedì, ma ci sono state quattro lacune finora nelle ultime settimane.

ll Gruppo CME ha lanciato il suo prodotto con derivati ​​bitcoin nel dicembre 2017. Questo ha portato le persone a credere che i grandi giocatori potrebbero coprire le loro scommesse con posizioni di mercato spot BTC e approfittando di una nuova apertura per il settimana seguente.

Questo, a sua volta, potrebbe causare volatilità con i prezzi spot di mercato e c’è stata molta azione tumultuosa con i mercati BTC negli ultimi tempi, per coincidenza in parallelo con la crescita dell’interesse aperto e dei volumi che hanno luogo nello scambio CME.

I mercati della criptovaluta, in generale, hanno visto guadagni significativi quest’anno, poiché il 2019 ha cancellato parte del blues del mercato orso rispetto all’anno precedente.

 Prova Bitecoin Ads per i tuoi contenuti

Share This Post

Leave a Reply