Bitecoin » Introdotto da Squarelink strumento di recupero per DApps

Share This Post

Bitcoin / Blockchain

Introdotto da Squarelink strumento di recupero per DApps

Squarelink, è uno strumento di gestione delle chiavi blockchain per colmare la divergenza tra usabilità e sicurezza decentralizzata, ha aggiunto il recupero della chiave privata non riservata per diversi DApp utilizzando il suo strumento di gestione del portafoglio.

Squarelink è una piattaforma di recupero di chiave privata non riservata per applicazioni di criptovaluta e blockchain.

Ulteriori soluzioni si raccomandano a provider OAuth come Google o servizi di gestione delle chiavi di custodia come Amazon Cognito.

Squarelink, oggi supporta il recupero della chiave privata non riservata per alcune applicazioni:

-PoolTogether

-1inch.exchange

-Fulcro

-Totle Swap

-Deversifi

-gDai

-hedgie

Alex Patin, co-fondatore e CTO di Squarelink

“Altri fornitori di tecnologia hanno pubblicizzato soluzioni di recupero della chiave privata, ma c’è un problema. La maggior parte non è veramente non riservata e si affida a società come Google per creare token OAuth. Poiché Google è un’autorità centralizzata, un dipendente malintenzionato con accesso potrebbe creare arbitrariamente token di accesso per ogni utente sfruttando tale tecnologia e recuperare tutti i frammenti su nodi decentralizzati ospitati contenenti informazioni PK. Squarelink facilita il recupero dell’account tramite “Recovery Seeds” crittografati a cui solo l’utente può accedere, assicurando che non venga concesso l’accesso a terzi. Oggi ci sono innumerevoli minacce a un portafoglio digitale, eppure così poche soluzioni di sicurezza. Dobbiamo fornire agli utenti strumenti di facile utilizzo per non solo proteggere le risorse, ma anche recuperarle in caso di maltrattamenti “.

La metodologia di recupero da Squarelink risultano più sicur, utilizzando processi familiari che permettono agli utenti di recuperare e ripristinare le proprie chiavi private.

Ciò che consente agli utenti di recuperare le chiavi private attraverso combinazioni di e-mail con crittografia PGP, domande di verifica e Universal Second Factor (U2F) è il processo di configurazione.

Myungin Solomon Lee, responsabile del prodotto e della crescita di Squarelink

“Gli studi suggeriscono che quasi quattro milioni di Bitcoin sono stati persi fino ad oggi, ma la realtà è che questo numero è probabilmente molto più alto. La gestione errata delle chiavi private è un problema che riguarda tutti i membri della comunità crittografica e si è tradotta direttamente nella perdita di decine di milioni di dollari in risorse digitali. Squarelink sta cercando di fermare tali perdite fornendo una soluzione che offra agli utenti un controllo aggiuntivo sulle proprie chiavi private e rafforzi i metodi di recupero “.

Con la combinazione di una tipica interfaccia nome utente/password con innovitivi modelli di crittografia, Squarelink offre strumenti semplici, sicuri e accessibili a livello globale per la gestione della chiave privata autonoma.

Squarelink garantisce ad ogni utente di possedere una chiave master a 512 bit a cui Squarelink non può accedere né altre parti. Questa chiave master deriva dall’indirizzo e-mail dell’utente, da una password specificata dall’utente e dal sale crittografico a 256 bit generato casualmente che risiede in modo sicuro sui server Squarelink.

Squarelink permette agli utenti di proteggere, accedere e utilizzare una qualsiasi delle loro chiavi private tramite la loro chiave principale.

Share This Post

Leave a Reply