Bitecoin » L’Unione Europea individua le normative applicabili a cripto-attività

Share This Post

Bitcoin / News

L’Unione Europea individua le normative applicabili a cripto-attività

Quando si parla di criptovaluta e si inserisce il quadro normativo esistente, molti paesi stanno rielaborando il modo in cui i loro sistemi finanziari gestiscono tali modelli di business e il loro approccio alle cripto-attività. L' ESMA ha bisogno dello stesso.

Molte organizzazioni di titoli hanno le loro mani in criptovaluta, cercando disperatamente di regolarle per la protezione degli investitori, ma gli investitori sono resistenti a questo controllo.

L’attrattiva della criptovaluta è il suo decentramento e investire in cripto-beni sta crescendo più rapidamente di quanto chiunque pensasse.

Consigli per le istituzioni dell’Unione europea

Considerando i benefici e i rischi che la criptovaluta può introdurre, l’Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA) continua a collaborare con le autorità nazionali competenti (NCA). Ieri l’ESMA ha pubblicato un parere sulle istituzioni dell’Unione europea (UE) tra cui Commissione, Consiglio e Parlamento sulla base delle offerte di monete iniziali e di altre cripto-attività.

Ledger Nano S – Il portafoglio hardware sicuro

Questo consiglio individua le normative UE esistenti applicabili a cripto-attività, a condizione che le cripto-attività qualificate possano essere utilizzate come strumenti finanziari. Inoltre, tenta di fornire le riflessioni dell’EMSA sulle carenze e le questioni relative all’attuale quadro UE.

Preoccupazioni nel quadro esistente

Un’indagine sulle autorità nazionali garanti della concorrenza nel 2018 ha rivelato diverse preoccupazioni nel quadro normativo finanziario quando si applica a cripto-attività. Questi problemi includono:

Interpretare i requisiti esistenti e applicarli a cripto-asset con certificazione MiFID richiede sistemazioni che non erano in vigore prima. Non ci sono regole relative ai cripto-beni che non sono considerati strumenti finanziari, esponendo gli investitori a rischi significativi

L’ESMA suggerisce che tutti Antiriciclaggio requisiti (AML) dovrebbero applicarsi a qualsiasi attività che comporti un cripto-asset. Una divulgazione del rischio dovrebbe rendere i consumatori di criptovaluta consapevoli dei rischi prima di impegnare i fondi.

Protezione degli investitori

Il presidente Steven Maijoor suggerisce che le autorità nazionali garanti della concorrenza affrontino sfide che riguardano l’applicazione dei regolamenti esistenti alle cripto-attività perché, anche se queste cripto-attività possono qualificarsi come strumenti finanziari secondo la MiFID, le regole non sono state fatte per essere utilizzate in questo modo.

Sostiene che devono ancora adattarsi allo strumento e alla situazione. Quando questi cripto-beni non rientrano nelle qualifiche per uno strumento finanziario, includono i rischi per gli investitori che non hanno protezione quando utilizzano o investono nella cripto-attività.

E adesso?

Gli investitori non sempre capiscono i rischi di investire in cripto-beni. Quando non vengono messi a conoscenza, diventano vulnerabili agli attacchi. Alcuni di questi possono essere affrontati nella formazione di nuovi regolamenti o fornire agli investitori le conoscenze di cui hanno bisogno tramite una divulgazione del rischio.

Per livellare il campo d’azione e proteggere gli investitori nell’UE, le lacune e le questioni dei regolamenti devono essere affrontate e corrette. L’UE deve considerare come può analizzare ulteriormente tali questioni e monitorare gli sviluppi più recenti in criptovaluta, tutto ciò mentre si lavora con le autorità nazionali garanti della concorrenza e altri regolatori globali.

 Prova Bitecoin Ads per i tuoi contenuti

Share This Post

Leave a Reply