Bitecoin » L’Unione Europea riconosce Bitcoin come moneta legale e non Commodity

Share This Post

Bitcoin

L’Unione Europea riconosce Bitcoin come moneta legale e non Commodity

L'Unione europea ha compiuto un passo avanti verso il chiarimento delle modalità di riconoscimento delle monete digitali nell'UE ai fini della tassazione

L’UE ora riconosce le valute virtuali come moneta a corso legale, non merce, e sono quindi esenti dall’IVA (imposta sul valore aggiunto), un’imposta sulle vendite aggiunta ai prodotti.

La decisione della Corte di giustizia europea (CGCE) è il risultato di un caso originato in Svezia: Skatteverket (Agenzia delle imposte svedese) contro David Hedqvist. La disputa riguardava l’aggiunta di un’IVA allo scambio di valuta tradizionale (sterline, euro, dollari) e Bitcoin.

Il caso è stato portato alla Corte di giustizia quando l’autorità fiscale svedese ha stabilito che Bitcoin sarebbe stato trattato come una merce e tassato in quanto tale.

La Corte di giustizia europea ha annullato tale sentenza e ha stabilito un precedente legale che le valute digitali sono ora riconosciute come moneta a corso legale, non come merce.

Bitcoin valuta legale nel Mondo

Sfortunatamente il riconoscimento del bitcoin come moneta a corso legale deve ancora diventare globale poiché gli Stati Uniti hanno un’opinione molto diversa sull’argomento.

Secondo l’Internal Revenue Service (IRS), gli Stati Uniti riconoscono Bitcoin (e altre valute digitali) come una merce, simile all’oro, e lo tasseranno come tale. In effetti, il mese scorso, la Commodity Futures Trading Commission (CFTC) degli Stati Uniti ha chiarito questo punto dando un esempio a Coinflip, un operatore Bitcoin con sede a San Francisco che non rispettava le regole commerciali di CFTC. Da allora la società ha risolto il caso con la CFTC.

 Prova Bitecoin Ads per i tuoi contenuti

Cosa ne pensi su Bitcoin come valuta digitale legale oppure come merce di scambio? Fqaccelo sapere nei commenti qui sotto.

0

Share This Post

Leave a Reply