in , ,

pTokens ERC-777 arrivano sulla mainnet di Ethereum

pTokens arrivano su mainnent Ethereum

Provable Things ha lanciato pToken, il primo ufficiale token ERC20 basato sulla mainnet di Ethereum che ha eseguito testnet per pBTC.

pBTC sta arrivando su Ethereum ed è pronto a sbloccare liquidità cross-chain per rendere il viaggio Decentralized Finance (DeFi) universalmente compatibile con ogni criptovaluta.

Il settore DeFi è in continua evoluzione e i dati raggiunti di oltre $ 1 miliardo di valore ne è la prova. L’ultimo anno ha visto l’ecosistema decentralizzato finanziario in crescita sia in termini di prodotti finanziari che di interazioni con i protocolli.

Il mese di febbraio 2020 è stato in assoluto il più significativo registrando scambi decentralizzati (DEX) su Ethereum con 380 ilioni di dollari.

Tutto il mondo DeFi ha partecipato e contribuito alla crescita esplosiva e allo sviluppo dei prodotti finanziari più innovativi come i prestiti Flash.

“Nonostante la sua popolarità in accelerazione, l’attuale liquidità non può accogliere il flusso costante di nuovi strumenti e piattaforme.”

Infatti l’enorme crescita potrebbe creare non pochi problemi per chi non è possessore di criptovalute Ethereum e rendeno centinaia di DApp DeFi non accessibili.

La liquidità è la chiave della finanza decentralizzata

Tutte le blockchain contengono all’interno criptovalute e queste a loro volta contengono liquidità. L’anello mancante per DeFi è la compatibilità cross-chain che dà la capacità alla criptovaluta di estendersi all’interno della blockchain senza continuità.

Ed ecco che entra in gioco pToken che è lo strumento attraverso il quale si abilita la compatibilità DeFi con qualsiasi blockchain e token. Permetto i DApp accessibili a tutti quanti utilizzano le criptovalute senza impiegare le risorse dei propri Bitcoin, Litecoin, EOS o altre valute digitali.

Questa importante fase mira al raggiungimento dello sblocco del valore di tutto il mercato crittografico da 260 miliardi di dollari, offrendo al notevole flusso di liquidità di scorrere tra le blockchain allargando il mondo DeFi.

Il primo lancio pToken è il pBTC, questa possibilità mette in condizione Bitcoin compatibile con la rete Ethereum. L’accesso immediato al mondo DeFi di Ethereum per ogni possessore di bitcoin spalanca le porte alla liquidità Bitcoin alle dApp DeFi.

L’intero mercato delle criptovalute è rappresentato per il 60% da Bitcoin con una media di 40 miliardi di dollari scambiati ogni giorno nell’ultimo mese. La fonte coinmarketcap ne è la prova.

Abbiamo detto quindi che il pToken sblocca liquidità nel mercato finanziario decentralizzato di Ethereum e favorisce la crescita.

pBTC su ETH crea nuove possibilità per i progetti DeFi che vanno dagli scambi decentralizzati alle piattaforme di prestito fino a ai derivati su Ethereum.

pToken e il suo funzionamento

Il bridge pTokens segue un approccio semplice per consentire il movimento incrociato delle risorse. Volutamente semplice nel suo design, il bridge Bitcoin – Ethereum presenta due client leggeri, uno per la blockchain nativa (Bitcoin) e un altro per la blockchain host (Ethereum).

Riteniamo che quando si gestiscono i fondi, è importante disporre di una solida soluzione tecnologica. Mantenere semplici i ponti a catena incrociata consente una più facile verificabilità del sistema e implica un minor rischio di flussi tecnici.

PBTC pToken su Ethereum utilizza tre componenti principali:

  • Un indirizzo BitSin P2SH (pay to hash script)
  • Un contratto intelligente Ethereum ERC-777
  • Due client leggeri (Bitcoin + Ethereum) alloggiati all’interno di un’enclave

pBTC è implementato come token ERC-777. Questo è uno standard token compatibile con ERC-20 sviluppato sfruttando il contratto intelligente standard di OpenZeppelin.

Il rapporto di 1:1 favorisce la liquidità nell’ecosistema ethereum, ogni blockchain attinge ai propri mercati con l’attività BTC. I detentori di BTC convertono le loro monete virtuali all’istante attraverso un meccanismo denominato peg-in/peg-out ad altissima velocità.

Saranno in grado di utilizzare i loro pBTC e interagire con le DApp i Ethereum compresi gli strumenti DeFi come gli innovativi funzioni di prestito decentralizzate dove si potranno guadagnare interessi sulle risorse crittografiche prestate.

La straordinaria evoluzione pToken è che i pBTC possono essere riconvertiti in qualsiasi momento in BTC al volore attuale evitando di vendere valute per interagire con le applicazioni su base Ethereum.

La funzionalità di pBTC mette in condizione gli utenti di entrare nel mercato e uscirne senza sforzo ne attrito per DEX, DApp e i loro utenti creando il solo vantaggio di nuova liquidità.

Alla base del pToken esiste un sistema sicuro e trasparente, automatizzato e verificabile. Tutto l’intero processo di emissione e masterizzazione vengono gestiti da un’enclave interno all’ambiente di esecuzione affidabile, compresi i depositi e rilasci di BTC sulla blockchain Bitcoin.

Liquidità Blockchain

Tutto il sistema pToken è integrato con i con i pool di liquidità Bancor Network e Kyber Network, rendendo pBTC disponibile sulle piattaforme.

Entrambi i pool sono protocolli di liquidità on-chain e permettono lo scambio decentralizzato di token su Ethereum. Questo significa una coppia pBTC più liquida e permette ai market maker di operare sui mercati decentralizzati.

I partner di liquidità di Bancor sono entusiasti di offrire pBTC ai propri utenti e di fatto hanno rilasciato una dichiarazione quanto segue da parte di Nate Hindman, Head of Growth d Bancor:

“Se pBTC diventa una rampa chiave per gli utenti di bitcoin per accedere ai servizi DeFi su Ethereum e altre catene, picchettare BTC nel pool di liquidità pBTC su Bancor potrebbe generare commissioni e premi interessanti per gli utenti che scommettono il loro pBTC su Bancor. “

“Il processo per la creazione di un nuovo pool di liquidità su Bancor , o la partecipazione in un pool esistente, è self-service, senza autorizzazione e non richiede alcun minimo, quindi non vediamo l’ora di lanciare numerosi pool di liquidità pTokens nel prossimo futuro, aprendo la partecipazione di Bancor a molte altre catene. “

Come si è detto, l’attività pTokenized Bitcoin (pBTC) è integrata anche con Kyber Network e disponibile per gli utenti Kyber.

Lo smart contract di pBTC su Kyber offre valore aggiunto agli utenti in quanto questo aumenta il livello di gioco tanto quanto aumentano i volumi di trading. Grazie ai processi peg-in e peg-out automatizzati, pBTC semplifica le operazioni decentralizzate agli addetti ai lavori.

pTokens è di fatto il primo ponte tra Ethereum e Bitcoin e supporta qualsiasi asset blockchain. In ambiente testnet sono in esecuzione altri pTokens come pEOS e pLTC disponibili successivamente anche su mainnent Ethereum. Il sistema estenderà le sue appllicazioni anche ulteriori risorse portando pETH, pBTC e pDai ad altre blockchain.

Questa fase di sviluppo della nuova tecnologia decentralizzata si trova ad attraversare ancora diverse sfide e per questo il team lo ha collocato nella Fase Zero.

La Fase Zero non è altro che la prima versione del pBTC sul Bridge ETH che rende gli asset Bitcoin tokenizzati sulla mainnent di Ethereum disponibili alle operazioni. Questa fase detta Fase Zero non è collocata su pilota automatico in quanto il team di sviluppo deve prendersi ancora qualche tempo al miglioramento e agli aggiornamenti di sistema.

La versione di Fase Zero non è ancora completamente decentralizzata per via del fatto che l’obiettivo principale è creare un sistema sicuro e stabile nel tempo.

Potrai approfondire l’infrastruttura pTokens qui oppure la libreria JS pTokens qui oppure i progressi GiThub qui .

Cosa ne pensi di pBTC? Faccelo sapere nei commenti qui sotto.

Resta aggiornato sul nostro Twitter oppure sulla pagina Facebook

What do you think?

Avatar

Written by vitaminah

Comments

Lascia un commento

Loading…

0
Bitgo offre servizi di prestito di beni digitali istituzionali

BitGo offre servizi di prestito di beni digitali istituzionali

Tui, la Compagnia di Volo è sempre più vicina alla tecnologia Blockchain

Tui Airlines, la Compagnia di Volo è sempre più vicina alla tecnologia Blockchain