Bitecoin » Samsung sta sviluppando e testando chip per l’estrazione di Bitcoin

Share This Post

Bitcoin / Informatica / Telefonia

Samsung sta sviluppando e testando chip per l’estrazione di Bitcoin

La società sudcoreana Samsung ha confermato il chip per l'estrazione di Bitcoin. Questo è stato l'argomento della conferenza MicroBT M20 a Chengdu, in Cina.

Il CEO di Samsung Foundries China Charles Song ha annunciato che la società sta studiando e testando chip da 3 nanometri e 5 nm per il mining di bitcoin.

Secondo la documentazione interna, i chip mining bitcoin sono in sviluppo dal primo trimestre del 2018. Inoltre, è stata confermata la partnership strategica di Samsung con MicroBT, il terzo più grande fornitore ASIC per l’estrazione di Bitcoin dopo Bitmain e Canaan.

I dispositivi MicroBT si distinguono per le elevate prestazioni e l’efficienza energetica. E Samsung è la seconda più grande al mondo in termini di entrate dalla società di produzione di semiconduttori dopo Intel.

La nicchia delle attrezzature minerarie è in costante crescita con la crescita della capitalizzazione di mercato della criptovaluta.

È noto che i chip Samsung saranno “cuciti” nei dispositivi WhatsMiner M20S, i cui piani saranno in grado di produrre 68 Th / s con un’efficienza di 48 W per tera-hash. Come riferimento, un tipico ASM Bitmain Antminer S9 produce 13,5 TH / s con un’efficienza energetica di 98 watt per terahash. L’M20S è cinque volte più potente e consuma metà della potenza.

Le vendite di WhatsMiner M20S sono attese nell’agosto 2019 ad un prezzo medio di 2.300 dollari per modello.

E’ bene ricorda come Samsung è in procinto di lanciare la propria cypto su una blockchain di proprietà da includere all’interno dell’applicazione Samsung Pay rendendo così i pagamenti ancora più facili e rapidi nel trasferimento.

 Prova Bitecoin Ads per i tuoi contenuti

Cosa ne pensi dei nuovi Chip mining bitcoin di Samsung? Faccelo sapere nei commenti qui sotto.

Share This Post

Leave a Reply