Bitecoin » SEBA Bank AG ha ottenuto la licenza per operare in 9 mercati

Share This Post

Bitcoin / Servizi

SEBA Bank AG ha ottenuto la licenza per operare in 9 mercati

SEBA Bank AG, precedentemente SEBA Crypto AG, è una banca focalizzata sulle criptovalute con sede a Zugo, in Svizzera.

Di recente la banca è diventata pienamente operativa e ha iniziato a salire a bordo dei clienti svizzeri dopo aver ottenuto una licenza bancaria e per commercianti di valori mobiliari dall’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA).

La banca ha annunciato che sta estendendo il servizio ai “clienti di determinate giurisdizioni straniere” a dicembre. Un portavoce della banca ha riferito che le nazioni coinvolte sono Regno Unito, Italia, Germania, Francia, Austria, Portogallo, Paesi Bassi, Singapore e Hong Kong.

SEBA Bank mira a costruire un ponte tra il mondo bancario tradizionale e il mondo cripto. I suoi servizi includono custodia, trading e gestione della liquidità, gestione patrimoniale e patrimoniale, operazioni bancarie e tokenizzazione. Sono rivolti a investitori professionali, family office, banche, gestori patrimoniali e società blockchain.

Il portavoce ha chiarito ulteriormente che la banca accetta BTC, ETH, ETC, LTC, XLM e NEO per il suo servizio di custodia. Per quanto riguarda il trading, accetta BTC, ETH, ETC, LTC e XLM .

Soluzioni di investimento e indice di crittografia

Martedì la banca ha avviato la propria attività di investimento insieme al suo indice per le attività crittografiche chiamato SEBA Crypto Asset Select Index (SEBAX). La banca ha selezionato MV Index Solutions Gmbh (MVIS) per mantenere l’indice e agire come amministratore. Anche Gentwo Digital è stata coinvolta per attuare i requisiti di ristrutturazione specifici della prima soluzione di investimento, ha osservato SEBA.

SEBAX “è un indice dinamico ottimizzato per il rischio con un’ampia esposizione di mercato delle criptovalute”. Il suo obiettivo “è fornire un indice investibile per le attività crittografiche più sicure, affidabili e negoziabili”, ha spiegato MVIS.

“La selezione dei componenti è monitorata su base continuativa. L’indice applica tecniche avanzate per ridurre la concentrazione in singoli componenti e per fornire una maggiore diversificazione. “

Secondo la scheda tecnica, l’indice è stato istituito il 2 luglio e attualmente ha cinque componenti che vengono ribilanciate mensilmente. Viene calcolato quotidianamente con i prezzi costitutivi convertiti in USD. Un massimo di otto asset crittografici classificati in base alla capitalizzazione di mercato sono selezionati per l’inclusione nell’indice.

MVIS ha stipulato un contratto con Cryptocompare Data Ltd. per mantenere e calcolare l’indice. Nel mese di novembre, i componenti dell’indice sono 48.46% BTC , 26.70% ETH , 18.28% LTC , 3,43% XLM e 3,13% ETC .

Le attività crittografiche devono soddisfare criteri specifici per essere idonee all’indice e devono essere classificate tra le prime 30 monete per capitalizzazione di mercato. “Sono escluse le monete stabili e le monete per la privacy”, ha spiegato MVIS.

Sono inoltre escluse le criptovalute con meno di 90 giorni di cronologia dei prezzi, quelle che non sono quotate in nessuna delle borse idonee e quelle che non soddisfano i criteri di maturità tecnica e di sicurezza dell’indice.

 Sponsorizza i tuoi comunicati

Share This Post

Leave a Reply