Bitecoin » Studi Cambridge trovano un modo per rintracciare Bitcoin rubati

Share This Post

Bitcoin / News

Studi Cambridge trovano un modo per rintracciare Bitcoin rubati

Dato che i furti di Bitcoin sono un evento comune in questi giorni, gli investitori criptati saranno sollevati nell’apprendere che un nuovo e innovativo metodo di tracciamento dei Bitcoin rubati.

Il sistema è stato ideato da tre studiosi dell’Università di Cambridge, un’università molto rinomata e ricercata negli Stati Uniti, Gran Bretagna e Irlanda del Nord.

Fino ad ora, le statistiche indicano che i Bitcoin valevano più di una cifra enorme di 1 miliardo di dollari USA. Sfortunatamente, la maggior parte di queste monete rubate è rimasta irrintracciabile e successivamente, irrecuperabile. Tuttavia, sembra finalmente che ci sia un modo per occuparsi di questo problema.

Tendrils of Crime

I tre studiosi di Cambridge che lavorano con questo sono precisamente Manoor Ahmed, Rose Anderson e Ilia Shumailor e hanno pubblicato insieme un documento intitolato “Tendrils of Crime“, in cui hanno dettagliato i loro piani per procedere con il recupero dei Bitcoin rubati.

L’idea che è posta da detto giornale è un sistema chiamato “Taintchain”. Questo fa uso di un dispositivo chiamato FIFO (first-in-first-out). Ora questo sistema FIFO non è esattamente nuovo, è semplicemente un adattamento di ciò che è stato a lungo una pratica esistente nel mondo della contabilità. In effetti, negli ultimi tempi, il sistema legale ha iniziato a includere questo termine.

Ora, ciò che fa questo dispositivo FIFO è che calcola il numero di unità di base, o satoshi, in ogni Bitcoin. Queste unità di base contengono tutte le informazioni necessarie per rendere possibili le transazioni.

Dopo questo, secondo gli studiosi di Cambridge, la FIFO può tracciare e monitorare il movimento delle transazioni all’interno di una unità lungo il percorso verso il portafoglio di genesi.

L’idea alla base di FIFO, o “first in first out”, è che, se alcune monete entrano in un portafoglio dopo essere state rubate in un ordine particolare, allora sono state rimosse dal portafoglio nello stesso ordine.

Tuttavia, anche questa nuova innovazione non è del tutto infallibile in quanto non risolve i problemi che rimangono con i portafogli che hanno caratteristiche più sofisticate come il controllo degli input o il controllo delle monete, in base al quale gli utenti possono scegliere l’ordine delle monete da utilizzare nelle transazioni.

Anche se gli studiosi sono fiduciosi del lavoro, gli esperti ritengono che sia necessario lavorare di più per mettere a punto la loro ricerca per progettare una soluzione più praticabile al problema dilagante.

 Prova Bitecoin Ads per i tuoi contenuti

Cosa ne pensi sul recupero dei Bitcoin rubati? E’ davvero possibile riaverli indietro? Faccelo sapere nei commenti qui sotto.

0

Share This Post

Leave a Reply