Bitecoin » IBM traccia l’autenticità di medicinali in Africa attraverso Blockchain

Share This Post

Blockchain / News

IBM traccia l’autenticità di medicinali in Africa attraverso Blockchain

La tecnologia blockchain sta guadagnando sempre più popolarità in quanto diversi settori stanno ora scoprendo il suo potenziale e stanno cercando di utilizzarlo. Molte società governative e private hanno iniziato a investire nella tecnologia.

I giganti della tecnologia, IBM, sono da tempo uno dei player più attivi del settore, avendo collaborato con molti paesi come Australia, Canada e Argentina per sviluppare soluzioni basate su blockchain per i dipartimenti del governo federale per aumentare la trasparenza e la velocità.

Piattaforma World Wire

La società ha recentemente lanciato anche la propria piattaforma di pagamenti globali basata su blockchain, World Wire, che è operativa in 72 paesi e si occupa di oltre 47 valute.

Inoltre, i rapporti indicano che ora la società sta lavorando a una rete di blockchain autorizzata per combattere il male delle medicine contraffatte nei paesi africani. Haifa, che è la divisione di laboratorio più grande di IBM al di fuori degli Stati Uniti, è incaricata di sviluppare la piattaforma. La piattaforma faciliterà il monitoraggio dei farmaci fino ai produttori, che a loro volta garantiranno ai distributori di avere farmaci genuini.

Collaborazione IBM e aziende africane

La piattaforma traccerà e limiterà il flusso costante di farmaci contraffatti che vengono contrabbandati illegalmente nelle nazioni africane. IBM collaborerà con varie aziende africane per implementare la rete blockchain di nuova concezione. La rete basata su un libro mastro distribuito autorizzato avrà un’interfaccia mobile user-friendly, che permetterà ai partecipanti di autenticare tutte le transazioni del libro mastro condiviso.

Il continente africano ha la più complessa catena di fornitura di farmaci e medicinali rispetto ad altre regioni in cui un farmaco in media cambia 30 mani prima di raggiungere la farmacia designata.

Il paese è stato anche vittima della medicina contraffatta per decenni e, sebbene alcune misure siano state prese per combatterlo, nessuna di esse si è rivelata vincente.

L’offerta di medicinali contraffatti o di qualità scadente in Africa è pari al 30% della fornitura totale di farmaci. L’OMS sostiene anche che oltre 100.000 morti nel continente erano dovute all’uso di tali medicinali. La maggior parte delle droghe contraffatte in offerta sono importate nei paesi africani.

La maggior parte di questi farmaci importati sono fabbricati in Cina e in India. Sorprendentemente, l’India da sola contribuisce al 35% del totale delle medicine false fornite in tutto il mondo.

Tuttavia, è probabile che anche l’offerta proveniente dall’India scenderà, poiché il governo indiano ha già iniziato a reprimere i produttori di farmaci falsi, anche applicando la tecnologia blockchain.

 Prova Bitecoin Ads per i tuoi contenuti

Cosa ne pensi dell’impiego e sviluppo di una nuova piattaforma IBM Blockchain per contrastare la contraffazione dei medicinali? Faccelo sapere nei commenti qui sotto.

Share This Post

Leave a Reply