Bitecoin » Qual è il ‘L’indice di forza relativa – RSI’

Share This Post

Guida

Qual è il ‘L’indice di forza relativa – RSI’

L’indice di forza relativa – RSI è un indicatore di momentum che misura l’entità delle recenti variazioni di prezzo per analizzare le condizioni di ipercomprato o ipervenduto.

Viene principalmente utilizzato per tentare di identificare le condizioni di ipercomprato o ipervenduto nel trading di un bene.

ROTTURA ‘Indice di forza relativa – RSI’

L’indice di forza relativa (RSI) viene calcolato utilizzando la seguente formula:

RSI = 100 – 100 / (1 + RS)

Dove RS = Guadagno medio dei periodi di crescita durante il periodo di tempo specificato / Perdita media dei periodi di inattività durante il periodo di tempo specificato

Indice di forza relativa – Esempio di grafico RSI Relative Strength Index (RSI)

L’RSI (Relative Strength Index) fornisce una valutazione relativa della forza del recente andamento dei prezzi di un titolo, rendendolo quindi un indicatore di momentum. I valori RSI vanno da 0 a 100. L’intervallo di tempo predefinito per il confronto tra periodi e periodi di inattività è 14, come in 14 giorni di negoziazione.

L’interpretazione e l’uso della RSI tradizionale è che i valori RSI di 70 o sopra indicano che una sicurezza sta diventando ipercomprato o sopravvalutato, e, quindi, può essere innescato per un’inversione di tendenza o correttiva pullback nel prezzo.

Una lettura RSI di 30 o inferiore è comunemente interpretata come indicante una condizione di ipervenduto o sottovalutato che può segnalare un cambiamento di tendenza o un’inversione di prezzo correttiva al rialzo.

Suggerimenti per l’utilizzo dell’indicatore RSI

Grandi movimenti di prezzo improvvisi possono creare falsi segnali di acquisto o di vendita nella RSI. Pertanto, è meglio utilizzato con i perfezionamenti alla sua applicazione o in combinazione con altri, confermando gli indicatori tecnici.

Alcuni commercianti, nel tentativo di evitare falsi segnali dalla RSI, utilizzano valori RSI più estremi come segnali di acquisto o vendita, come letture RSI superiori a 80 per indicare condizioni di ipercomprato e letture RSI inferiori a 20 per indicare condizioni di ipervenduto.

L’indice di forza relativa (RSI) è spesso usato in congiunzione con le linee di tendenza, poiché il supporto o la resistenza alla linea di tendenza spesso coincide con i livelli di supporto o resistenza nella lettura della RSI.

Osservare la divergenza tra il prezzo e l’indicatore RSI è un altro mezzo per perfezionare la sua applicazione. La divergenza si verifica quando un titolo fa un nuovo alto o basso prezzo ma l’RSI non crea un nuovo valore alto o basso corrispondente. Divergenza ribassista, quando il prezzo fa un nuovo massimo ma l’RSI no, è considerato un segnale di vendita. La divergenza rialzista, che viene interpretata come segnale di acquisto, si verifica quando il prezzo fa un nuovo minimo, ma il valore RSI no. Un esempio di divergenza ribassista può essere spiegato come segue: Una sicurezza sale di $ 48 e la RSI raggiunge un valore di 65. Dopo aver ripreso leggermente verso il basso, la sicurezza fa un nuovo massimo di $ 50, ma la RSI sale a 60. La RSI si è opposta con forza al movimento dei prezzi.

0

Share This Post

Leave a Reply