Bitecoin » Disney avrà accesso allo scambio Bitstamp tramite Nexon

Share This Post

Exchanges / Giochi / ICO

Disney avrà accesso allo scambio Bitstamp tramite Nexon

Disney è attualmente uno dei maggiori offerenti per una quota del 98,6 per cento in Nexon, il più grande sviluppatore del gioco della Corea del Sud e il secondo più grande editore di giochi online in tutto il mondo.

Nexon è il 47% di proprietà di NXC, il cui presidente, Jung-ju Kim, è dietro la vendita di azioni.

Secondo JoongAng Ilbo, varie entità importanti si erano interessate al gioco. Questi includono Tencent e Kakao, che stanno attualmente perseguendo progetti propri di criptovaluta.

La Disney, tuttavia, è presumibilmente la prima in fila, con Kim che si rivolge personalmente alla corporazione statunitense.

Se l’accordo da 13,2 miliardi di dollari dovesse andare avanti, tuttavia, Disney avrà accesso allo scambio europeo di Bitstamp tramite la struttura di investimento NXC di NXC, che lo ha acquistato per circa $ 400 milioni alla fine del 2018.

Sotto controllo sarebbe anche la piattaforma coreana coreana Korbit, in cui Nexon ha una quota del 65 percento.

Voci di un affare fatto

Secondo l’Herald, il magnate dell’NXC aveva tenuto un debole per Disney per qualche tempo, stimolando la convinzione che l’accordo avrebbe probabilmente un risultato specifico.

“Quello che invidio di più di Disney è che non costringono i soldi con i bambini … (i consumatori) pagano volentieri Disney. Nexon ha una lunga strada da percorrere.”

La Disney stessa non ha praticamente alcuna esperienza nel settore delle criptovalute, con l’eccezione di un progetto ICO poco brillante soprannominato ‘DragonChain’ nel 2017.

Mentre il nuovo proprietario potrebbe così gettare il proprio portafoglio cripto appena acquisito, il track record di entrambe le piattaforme potrebbe ancora risultare allettante in quanto il mercato della criptovaluta subisce la sua ultima rinascita.

La scorsa settimana, Bitstamp è diventata una delle poche aziende a completare il processo di ottenimento di una certificazione BitLicense per servire gli utenti a New York.

“Non vediamo l’ora di portare le lezioni che abbiamo imparato in Europa sull’oceano e di contribuire a sviluppare un ambiente migliore per tutte le aziende criptografiche, sia negli Stati Uniti sia in tutto il mondo”, ha scritto la società in un post sul blog.

Korbit continua a fare pressioni nonostante il mercato orso del 2018 si sia dimostrato duro per la sua salute finanziaria.

Questo mese, le cifre hanno mostrato perdite annuali nette per i precedenti dodici mesi pari a circa 45 miliardi di won ($ 40 milioni), ancora meno rispetto al mercato dei pesi massimi Bithumb, che si sono avvicinati a $ 180 milioni.

 Prova Bitecoin Ads per i tuoi contenuti

Share This Post

Leave a Reply