Bitecoin » Crypto.com certifica la sicurezza informatica e la privacy come loro DNA

Share This Post

Bitcoin / Informatica / News

Crypto.com certifica la sicurezza informatica e la privacy come loro DNA

Crypto.com è una delle più antiche compagnie di criptaggio al mondo ed è anche una delle prime a ottenere una nuova forma “ambita” di certificazione di sicurezza.

La certificazione è nota semplicemente come ISO / IEC 27001: 2013 . È spesso considerato il “gold standard” della sicurezza delle informazioni. Crypto.com ha ricevuto “l’onore” dopo innumerevoli controlli di sicurezza di terze parti avvenuti nell’ultimo anno. Crypto.com attualmente funge da centro di elaborazione di scambio e pagamento.

La certificazione sviluppa i requisiti per “stabilire, implementare, mantenere e migliorare continuamente un sistema di gestione della sicurezza delle informazioni” nel contesto di un’organizzazione. Sviluppa inoltre metodi per le aziende per risolvere potenziali rischi per la sicurezza, quindi i loro clienti non sono interessati in caso di violazione o di violazione dei dati.

Jason Lau – responsabile della sicurezza informatica presso Crypto.com:

La certificazione dimostra che la sicurezza informatica e la privacy sono incorporate nel DNA di Crypto.com. Questi pilastri sono al centro della nostra cultura che guida il nostro impegno per il miglioramento continuo della nostra posizione di sicurezza. Questo è un traguardo importante per il nostro team poiché creiamo fiducia con i nostri clienti e partner durante la nostra espansione globale.

Gli audit sono stati eseguiti da un’agenzia di certificazione globale nota come Bureau Veritas. L’organizzazione ha esaminato le numerose divisioni di Crypto.com e valutato i suoi prodotti, funzioni e reparti di conseguenza in base ai suoi standard sempre adattivi.

Tra i prodotti esaminati a fondo c’erano le app per wallet e card di Crypto.com. L’Ufficio ha studiato i controlli di sicurezza dell’azienda ei fattori di rischio, per garantire che i clienti rimarrebbero intatti qualora si verificasse un attacco informatico. Inoltre, ha anche esaminato i metodi della società di approccio agli attacchi informatici e ha preso nota di tutte le vulnerabilità presenti per garantire che fossero minimi e risolvibili.

Il grande fattore che riguarda la ISO / IEC 27001: 2013 è che si concentra sulla “sicurezza continua”, assicurando che qualsiasi azienda sottoposta a revisione abbia le carte in regola per mantenere la sicurezza costante, e non solo durante il periodo di audit. Ciò richiede a Crypto.com di essere sempre all’avanguardia e mantenere i suoi attuali standard di sicurezza ogni anno. Eventuali cadute o vacillamenti in detta sicurezza potrebbero comportare la perdita della certificazione aziendale.

Kris Marszalek – co-fondatore e CEO di Crypto.com:

ISO / IEC 27001: 2013 parla del nostro impegno per la sicurezza e la privacy, che è stato al centro del nostro business da quando abbiamo iniziato. Continueremo a investire in modo aggressivo nelle nostre persone, tecnologie e processi per mantenere i più alti standard di sicurezza nel settore.

Ciò che è interessante è il modo in cui le certificazioni specifiche vengono considerate in maggiore considerazione rispetto ad altre. Si brama fortemente la certificazione ISO / IEC 27001: 2013, eppure molte aziende guardano pesantemente a BitLicense , il che consente alle società criptate di operare a New York. Molti credono che questo documento soffochi l’innovazione e imponga tasse ingiuste alle imprese criptate.

 Prova Bitecoin Ads per i tuoi contenuti

0

Share This Post

Leave a Reply