in ,

LOLLOL

Autocertificazione coronavirus digitale su App per smartphone Android e iOS

Autocertificazione coronavirus digitale su App per smartphone Android e iOS

Lunedì 9 Marzo il premier Conte ha introdotto agli italiani la norma per evitare gli spostamenti a causa del coronavirus.

L’intero paese è passato in stato zona rossa, divieto aggravato dal fatto che molti pendolari si spostavano dalla zona Nord Italia, più precisamente da Lombardia e Piemonte per rientrare nelle proprie località native del centro Sud.

Tutto questo ha causato un forte disagio e paura negli italiani che fino a quel momento erano ignari della situazione reale dell’influenza Covid-19. Infatti, nei giorni prima della norma si erano registrati aumenti di casi da coronavirus e per queste ragioni il governo ha diramato in un comunicato che era stata varata la norma di divieto di uscita.

Una sorta di quarantena alla quale noi tutti avremmo dovuto rispettare per il bene dei propri familiari e di tutti. A questo proposito il governo ha poi elencato le misure da adottare in caso di esigenze al normale svolgimento delle proprie attività. Sono state chiuse scuole, uffici pubblici e attività con l’eccezione di alcune, quali alimentari, farmacie e tabaccai, quest’ultimo poi reintrodotto tra quelle non necessarie.

Il divieto di uscita

E’ stato posto il divieto di uscire di casa ma solo in parte. Infatti chi deve recarsi in un posto per cause estremamente necessarie dovrà esibire alle autorità un modulo di autocertificazione che attesta la destinazione di arrivo, pena un’ammenda e fino a 6 mesi di carcere in caso di non esigibilità del modulo.

Nei giorni avvenire però ci si è posti il problema di chi non fosse dotato della strumentazione necessaria per stampare il suddetto modulo. A questo proposito, la soluzione ultima era quella di copiare a mano il testo e compilarlo con firma.

Dato che l’autocertificazione prevede segnalazioni a cadenza fissa non è necessario esibirne una nuova aggiornata cosi come chi non ha la possibilità di stampare può sempre fare una dichiarazione verbale alle forze dell’ordine nel posto in cui si viene fermati.

Inoltre è possibile anche esibire il documento sullo smartphone, ma data l’impossibilità di stamparlo al momento sarebbe consigliato esibirne sempre uno in formato cartaceo. E qui che un giovane programmatore trentenne cagliaritano, Cristian Pibia, ha pensato bene di sviluppare un’App gratuita che permette di mostrare l’autocertificazione digitale alle forze dell’ordine in caso di fermo, in maniera semplice ed ecologica visto che viene superato il problema del pdf.

“È tutto gratis, bastano davvero pochi clic. Ho realizzato il servizio in poche ore, pensando ai tanti che non hanno un computer o una stampante a casa”.

C’è anche una sezione dedicata alle forze dell’ordine perché siano agevolati nella registrazione delle motivazioni per cui i cittadini sono in movimento. Grazie al codice QR, potranno acquisire sui loro dispositivi l’autodichiarazione spostamenti digitale.

Puoi scaricare l’App dell’autocertificazione spostamenti digitale qui.

Cosa ne pensi di questo servizio innovativo per la registrazione degli spostamenti? Faccelo sapere nei commenti qui sotto.

What do you think?

Avatar

Written by vitaminah

Comments

Lascia un commento

Loading…

0
Bitfinex hedge fund per crypto investitori accreditati

Bitfinex hedge fund per crypto investitori accreditati

Coinbase ha attivato i pagamenti crypto con la carta Visa su Google Pay

Coinbase ha attivato i pagamenti crypto con la carta Visa su Google Pay