in ,

Fiat Termoli, FCA investe nello sviluppo dei motori ibridi Renegade, Compass e 500

FCA ottiene il via libera dal Tar del Lazio allo sviluppo di auto ibride

Fiat Termoli, FCA investe nello sviluppo dei motori ibridi Renegade, Compass e 500

La linea di credito ottenuta da Intesa San paolo e garantita per l’80% da Sace del gruppo Cassa Depositi e Prestiti da 6,3 miliardi di euro verrà investito nello stabilimento Fiat di Termoli in Molise.

Nonostante il ricorso al Tar del Lazio di Codacons, FCA ha avuto il via libera dalla Corte dei Conti ad intraprendere le azioni di sviluppo del marchio Jeep Renegade, Jeep Compass e Fiat 500 sui motori ibridi.

La linea di credito prevede un’ampio investimento per l’Italia, buona parte già avviato e scaglionato per gli anni 2020 e 2021, e si completeranno nel 2022.

L’ingente importo da 6,3 miliardi di euro concesso da Intesa San paolo verrà destinato alle attività nazionali del Gruppo e a sostegno di oltre 10 mila piccole e medie imprese del settore automotive Italia, ha spiegato ai microfoni FCA.

Il Molise e in particolar modo lo stabilimento di Termoli si preparano dunque a questo nuovo gettito con obiettivi precisi e fissati per i prossimi 3 anni a garanzia dei lavoratori e di tutto l’indotto che ci opera. Per Termoli arriva una boccata nuova di ossigeno oltre che di lavoro garantito per questi modelli ibridi.

Ma una domanda sorge spontanea, questo progetto incentrato in quest’area non è per contrastare la DR Group che proprio qualche settimana fà ha inaugurato un nuovo ciclo di SUV made in Molise?

Cosa ne pensi di FCA Termoli? Faccelo sapere nei commenti qui sotto.

📢 Ai Siti Blog del Molise >>Sponsorizza un comunicato stampa, un’articolo oppure Pubblica il tuo NewsFeed da  qui

What do you think?

Avatar

Written by News Oggi

📰 Tutte le News in tempo reale dall'Italia e dal Mondo

Comments

Lascia un commento

Loading…

0
Binance Academy: Vinci 100 $ BNB per porre domande e 500 $ BNB per rispondere

Binance Academy: Vinci 100 $ BNB per porre domande e 500 $ BNB per rispondere

Vitalizi, il Senato in commissione annulla la delibera sul taglio dei privilegi (www.ilfattoquotidiano.it)