Bitecoin » La Russia diventerà un HUB di crittografia dal 1 Luglio

Share This Post

News

La Russia diventerà un HUB di crittografia dal 1 Luglio

Il presidente russo Vladmir Putin ha offerto la sua opinione sulle criptovalute dicendo che le criptovalute rappresentano seri rischi.

Dopo che la camera bassa russa dell’Assemblea federale, la Duma, ha rivelato l’intenzione di lanciare una criptovaluta sostenuta dall’olio , Putin ha l’autorità di creare un quadro normativo specifico per la nazione.

Il capo dello stato ha rilasciato un documento all’organo legislativo russo, ordinando il regolamento di passaggio entro il 1 ° luglio 2019. Questa è l’ennesima scadenza del presidente russo, che l’anno scorso ha chiesto che siano approvate le leggi sulla legalità delle criptovalute. L’ordine specifico è per “leggi federali finalizzate allo sviluppo dell’economia digitale”.

Questa volta l’attenzione è rivolta a trasformare l’economia russa in digitale e l’ordine richiede un quadro normativo per le risorse finanziarie digitali, più risorse finanziarie basate su risorse digitali e la regolamentazione degli insediamenti digitali di civil law.

La posizione della Russia sulla criptovaluta è stata sempre ambigua

Il 2018 li ha visti prendere sul serio la criptovaluta, con Putin che ha persino formulato istruzioni sul commercio di importanti beni crittografici come Bitcoin ed Ethereum e la regolamentazione degli ICO, che contrastava con una dichiarazione molto più severa fatta nell’ottobre dello stesso anno:

Opportunità di riciclare fondi acquisiti attraverso attività criminali, evasione fiscale, persino finanziamento del terrorismo, nonché la diffusione di schemi di frode.  Abbiamo visto come Bitcoin ha trasformato un’unità di pagamento in una risorsa, che viene acquistata per ottenere un rendimento elevato in un breve periodo di tempo. Questa è la definizione di una piramide.

Ma diverse opinioni sono state offerte dai legislatori della nazione. Nel momento in cui Bitcoin è stato legalizzato ma il settore minerario era ancora in fase di revisione, il vice ministro delle finanze Aleksey Moiseev ha dichiarato:

Le sanzioni saranno diverse, per lo più amministrative, ma se qualcuno ha creato la criptovaluta ai fini degli insediamenti, allora ci sarà una punizione criminale.

Le voci hanno anche galleggiato sul lancio della criptovaluta nazionale, soprannominata ” CryptoRuble “, anche se nessuna informazione sostanziale si è materializzata. Con un’ulteriore regolamentazione, tuttavia, le prospettive di questa valuta digitale nazionale potrebbero semplicemente aumentare.

 Prova Bitecoin Ads per i tuoi contenuti

0

Share This Post

Leave a Reply