in

Vitalizi, il Senato in commissione annulla la delibera sul taglio dei privilegi (www.ilfattoquotidiano.it)

La commissione Contenziosa azzera la delibera dell’Ufficio di Presidenza, accogliendo così i ricorsi presentati. Tre i voti a favore e due i contrari, quelli dei senatori della Lega, Simone Pillon e l’ex Cinquestelle Alessandra Riccardi. I 5 stelle: “Uno schifo”. “Sconcerto” nel Pd: “Totalmente contrari alla decisione”. Salvini: “Lega cercherà di cambiare questa decisione”. Esultano gli ex parlamentari che avevano fatto ricorso: “Ripristinato Stato di diritto”. Dalla riforma alle accuse di conflitto d’interessi all’organo di Palazzo Madama fino allo scoop del Fatto sul ripristino già deciso: le tappe della vicenda. 

Il colpo di coda arriva in serata, dopo i tg dell’ora di cena e quando la maggior parte dei quotidiani ha già chiuso la prima pagina del giorno dopo. La commissione Contenziosa del Senato ha accolto i ricorsi sul taglio dei vitalizi presentati dagli ex parlamentari. Vuol dire in pratica che è stata annullata la delibera dell’Ufficio di Presidenza di Palazzo Madama che ricalcolava col sistema contributivo l’assegno per gli ex senatori. Tre i voti a favore e due i contrari, quelli dei senatori della Lega, Simone Pillon e Alessandra Riccardi, che ha lasciato il Movimento 5 stelle pochi giorni fa. A confermare la notizia è anche il presidente della commissione, Giacomo Caliendo, senatore di Forza Italia: “La commissione contenziosa del Senato ha accolto in parte i ricorsi e ha annullato la delibera sui vitalizi in alcune parti. Ora aspettiamo di leggere le motivazioni e vediamo se ci saranno eventuali impugnazioni. Non aggiungo altro, visto il mio ruolo”. Caliendo aveva annunciato nei mesi scorsi l’intenzione di astenersi dal giudizio, dopo le polemiche scatenate da uno scoop del Fatto Quotidiano, su una bozza di delibera che restituiva agli ex parlamentari il loro privilegio: quel documento, però, era stato preparato molto prima della camera di consiglio. Oltre al presidente, a Pillon e Riccardi, gli altri componenti dell’organo sono quattro tecnici, due avvocati e due giudici: tre su quattro hanno votato per il ripristino degli assegni, se Caliendo ha mantenuto l’impegno di astenersi.

M5s: “La casta si tiene il malloppo” – Uno dei primi commenti arriva da Vito Crimi, capo politico ad interim del M5s: “Ci provavano da mesi: lo hanno fatto di notte, di nascosto. E’ uno schiaffo a un Paese che soffre. La casta si tiene il malloppo, noi non molleremo mai per ripristinare lo stato di diritto e il principio di uguaglianza… Scopri di piu

📢 Sponsorizza un comunicato stampa, un’articolo oppure Pubblica il tuo NewsFeed da  qui

What do you think?

Avatar

Posted by tekla

Comments

Lascia un commento

Loading…

0
Fiat Termoli, FCA investe nello sviluppo dei motori ibridi Renegade, Compass e 500

Fiat Termoli, FCA investe nello sviluppo dei motori ibridi Renegade, Compass e 500

Silvana Di Giandomenico di Termoli sviluppa nuovi farmaci su anemia cronica (www.ansa.it)